Corea del Nord. Shin Dong-Hyuk ammette di aver mentitoTribuno del Popolo
domenica , 23 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Corea del Nord. Shin Dong-Hyuk ammette di aver mentito

Shin Dong-Hyuk, coreano del nord nato in un campo di concentramento dal quale sarebbe riuscito a fuggire ha venduto la sua storia scrivendo un libro: “Campo 14″, diventato subito un best-seller. Peccato che lo stesso co-autore del libro, Blaine Harden, abbia ammesso che Shin si sarebbe inventato diverse cose. 

In molti sicuramente conosceranno la storia di Shin Dong-Hyuk, il nordcoreano nato in un campo di concentramento di Pyongyang che ha scritto la sua storia in un best seller subito salito in testa alle classifiche di vendita: “Campo 14“. Ovviamente l’opinione pubblica è pronta ad accogliere quasi qualsiasi racconto senza fare domande, lo dimostra la grandissima quantità di notizie false e artefatte che circolano proprio sulla Corea del Nord, non ultima quella che Kim Jong-Un avesse dato suo zio in pasto ai cani oppure che avesse condannato a morte l’intera squadra di calcio della Nord Corea dopo una sconfitta contro gli odiati rivali di Seoul. Oppure, ancora, che avesse ucciso la sua ex ragazza, poi miracolosamente ricomparsa in diretta Tv. Domenica 18 gennaio il Washington Post ha scritto che Shin Dong-Hyuk avrebbe ammesso di essersi inventato molti dettagli della sua storia, il che in automatico getta grandi interrogativi anche sul libro in sè. Shin ad esempio nel libro aveva scritto che all’età di sei anni per un tozzo di pane aveva denunciato la sua famiglia alle guardie, oggi quella storia si rivela falsa dal momento che all’epoca lui e la sua famiglia si trovavano in due campi separati. Non solo, Shin avrebbe anche raccontato di essere stato scoperto durante una fuga e essere stato torturato, ma anche in questo caso avrebbe un pò modificato la realtà dal momento che Harden, il co-autore del libro, ha scoperto che Shin avrebbe raccontato ai suoi amici una storia diversissima da quella raccontata nel libro. Non solo, Shin sulla sua pagina Facebook ha ammesso di aver alterato la storia anche se ha detto di averlo fatto per “mantenere un distacco con il suo passato e non essere costretto a rivivere un momento difficile della sua vita“. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top