Corea del Sud riattiva gli altoparlanti al confine con Pyongyang | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 20 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Corea del Sud riattiva gli altoparlanti al confine con Pyongyang

Come rappresaglia nei confronti dell’esperimento nucleare della Corea del Nord, Seoul ha deciso di riattivare gli altoparlanti al confine e riprendere in questo modo la propaganda contro Pyongyang. Una decisione che potrebbe velocemente infiammare la situazione dato che le attività di propaganda erano state fermate da un accordo siglato in estate. 

Pyongyang ha annunciato qualche giorno fa il suo esperimento nucleare, dichiarando al mondo di possedere la bomba a idrogeno. Tale notizia evidentemente non è piaciuta per niente alla Corea del Sud, ancor più che i rapporti tra i due paesi sono tutto tranne che idilliaci. Se non altro in estate i due paesi erano riusciti a raggiungere un accordo per lo spegnimento degli altoparlanti sudcoreani sistemati al confine che trasmettevano propaganda contro Pyongyang, e infatti era seguito un periodo di relativa tranquillità. In risposta al test nucleare di Pyongyang però la Corea del Sud ha deciso di sistemare nuovamente gli altoparlanti al confine per ricominciare l’attività di propaganda contro la Corea del Nord, e questo potrebbe inevitabilmente portare a una nuova crisi tra le due Coree, ancor più che Seoul è strettamente alleata della Casa Bianca. Non solo, la Corea del Sud ha anche annunciato di aver dispiegato assieme agli altoparlanti anche alcune batterie di missili a corto raggio, peraltro proprio nel giorno del compleanno di Kim Jong-Un, una autentica provocazione che potrebbe portare a vibranti reazioni da parte di Pyongyang, che interpreterà ovviamente tale segnale come un deliberato atto di ostilità e provocazione nei confronti della Corea del Nord. Il test nucleare realizzato dalla Corea del Nord a detta di Pyongyang avrebbe solo una valenza difensiva, anche se chiaramente la Corea del Sud e gli altri paesi ostili a Pyongyang accusano il governo nordcoreano di voler destabilizzare la regione. Ricordiamo inoltre che tra Corea del Nord e Corea del Sud in realtà non esiste un vero trattato di pace in vigore ma solo una tregua che regge, pur con eccezioni, ormai da diversi decenni.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top