Costruttori sul piede di guerra: E' il giorno della collera a Milano | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 20 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Costruttori sul piede di guerra: E’ il giorno della collera a Milano

Sono diecimila gli elmetti gialli che hanno tappezzato nelle scorse ore Piazza Affari a Milano, proprio di fronte alla sede della Borsa. Li hanno messi le associazioni dei costruttori per protestare contro la crisi del settore.

1799143-collera2

Sono diecimila gli emetti gialli che le associazioni dei costruttori hanno depositato nella centralissima Piazza Affari a Milano per la Giornata della collera. La giornata di protesta è stata indetta per denunciare la crisi del settore e provare a rilanciare una crescita e un rilancio dopo che, dall’inizio della crisi, il settore ha perso qualcosa come 360.000 posti di lavoro, equivalenti a “70 Ilva”, come detto dal presidente Assimprendil-Ance, Claudio De Albertis. Nell’ultimo anno appena trascorso, il 2012, secondo le associazioni gli investimenti sarebbero calati del 7,6%, e a fine 2013 il settore delle costruzioni avrà perso, in sei anni, circa il 30% degli investimenti. Alla manifestazione, che ha ricevuto l’appoggio del leader di Confindustria Squinzi, non hanno partecipato i sindacati confederali. Il mondo dell’edilizia invece, tradizionalmente diviso tra dipendenti sindacalizzati e autonomi, ha confermato ancora una volta la sua lacerazione interna.   ”Ci hanno invitati tardi e non condividiamo alcuni punti – dice Franco De Alessandri, segretario degli edili di Cgil - siamo contro la liberalizzazione dei subappalti, e per il mantenimento della responsabilità dell’impresa principale sull’operato di chi lavora in appalto

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top