Cuba festeggia in salute i 60 anni della RivoluzioneTribuno del Popolo
venerdì , 24 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cuba festeggia in salute i 60 anni della Rivoluzione

Grandi festeggiamenti a Cuba dove si celebra il 60° anniversario dall’inizio della rivoluzione che avrebbe portato alla Liberazione dell’isola dalla dittatura di Fulgencio Batista. Sessanta anni dopo la Rivoluzione gode ancora di una salute invidiabile. 

Photo Credit

Nessuno probabilmente avrebbe scommesso un centesimo che Fidel Castro, Ernesto Che Guevara, Camilo Cienfuegos, Raul e un altro manipolo di eroi giunti con un battello sulle coste di Cuba avrebbero liberato il Paese dalla dittatura costruendo uno Stato laico, socialista e progressista in grado di resistere fino a oggi e soprattutto di fare molto per il benessere sociale del proprio popolo senza mai abiurare quegli ideali che fornirono la voglia di combattere. Cuba per i suoi cittadini ha fatto tanto a dispetto delle menzogne quotidiane che vengono confezionate dalla pubblicistica occidentale, incapace di accettare che il socialismo può anche non fallire. Il 26 luglio 1953 cominciò la rivolta contro il regime di Fulgencio Batista, un fantoccio degli Stati Uniti, ed è per questo che in questi giorni a Cuba si sono tenuti importanti festeggiamenti per celebrare il 60° anniversario dall’inizio della rivoluzione. I festeggiamenti sono cominciati venerdì e le celebrazioni principali si sono tenute a Santiago di Cuba con la presenza scontata del presidente Raul Castro, e i capi di Stato di Venezuela, Bolivia, Uruguay e Nicaragua. Raul Castro ne ha approfittato per fare il punto sulla salute della Rivoluzione e ha spiegato come prosegua con “tranquillita’ e fiducia“ il processo di ricambio generazionale nella classe dirigente cubana. Raul Castro ha anche aggiunto:  Sembra un miracolo che a 60 anni da quel 26 luglio ancora siamo vivi in tanti tra i partecipanti a quell’operazione“, ha detto Raul ribadendo comunque che “e’ in corso un processo di trasferimento ordinato alle nuove generazioni“. Attualmente circa il 70% dei cubani è nato dopo la rivoluzione ma, sondaggi alla mano, sostiene a stragrande maggioranza che i cambiamenti sociali non devono e non possono prescindere dal socialismo. Noi auguriamo alla Rivoluzione di festeggiare molti di questi anniversari.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top