Cuba. Messico cancella il 70% del debito dell'isolaTribuno del Popolo
domenica , 22 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cuba. Messico cancella il 70% del debito dell’isola

Storica svolta per Cuba con il ministro delle Finanze messicano che ha annunciato di voler cancellare il 70% del debito di L’Avana nei confronti del Messico.

Si stringono sempre di più i rapporti tra Messico e Cuba. Il ministro delle Finanze messicano Luis Videgaray ha risposto a un’intervista per Radio MVS, un netowork messicano, parlando del problema del debito di Cuba. Secondo il ministro, l’amministrazione del presidente Pena Nieto sarebbe pronta a cancellare il 70% del debito su un totale di 487 milioni di dollari.  Nel corso dei prossimi dieci anni Cuba restituirà a rate il restante 30%: l’iniziativa permetterà ai due paesi di poter contare su una ‘stretta’ relazione economica. 

Abbiamo avuto per molti anni un problema di natura finanziaria con Cuba, un prestito che BancoMext ha concesso al governo cubano e che ora pari a un debito di 487 milioni di dollari, e non vi è stato un accordo sul pagamento“, ha spiegato Videgaray. L’accordo per la cancellazione del debito cubano è stato il risultato di colloqui nel corso di una visita in Messico del ministro degli Esteri cubano Bruno Rodriguez. Questa svolta è arrivata pochi giorni dopo la notizia che Stati Uniti e Israele continuano ad apporsi alla rimozione del vergognoso embargo che da oltre cinquant’anni impedisce a Cuba di svilupparsi nel modo migliore. E’ la dimostrazione che L’Avana sta cercando di rompere l’isolamento diplomatico che aveva sofferto negli anni scorsi.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/yourdon/6533940703/”>Ed Yourdon</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a>

Link Sponsorizzati:

2 commenti

  1. Daniel Sánchez Negrete

    Felicidades al pueblo cubano y a sus gobernantes, siempre he simpatizado con la revolución cubana; pero el gobierno mexicano es farol de la calle y oscuridad de su casa. Esta semana el partido del Gobierno y del presidente Peña Nieto, el PRI, en alianza con una fracción de la nueva derecha enquistada en el pseudo partido de izquierda, el PRD; juntos aprobaron una reforma fiscal profundamente lesiva para el pueblo mexicano. La derecha del PRD justificó así sus votos en pro de la reforma hacendaria: ‘‘esta reforma lleva el sello de la izquierda propositiva’’. A esta reforma se suma la reforma laboral con la cual de hacen ley los bajos salarios, los despidos con costo mínimo para la patronal, el derecho de antiguedad en el trabajo; todo para ofrecer salarios “competitivos” a la inversión extranjera y naciona.l

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top