Cuba. Non sono finiti i sabotaggi Usa, 4 esuli arrestati per terrorismoTribuno del Popolo
mercoledì , 26 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cuba. Non sono finiti i sabotaggi Usa, 4 esuli arrestati per terrorismo

Ben quattro cubani residenti in Usa sono stati arrestati a Cuba con l’accusa di aver pianificato azioni terroristiche contro l’isola socialista. I quattro avrebbero avuto obiettivi militari come attaccare luoghi sensibili nell’Isola.

La Guerra Fredda non c’è più ma evidentemente gli Stati Uniti, per Cuba, mostrano di avere sempre un occhio di riguardo. Secondo quanto divulgato dal quotidiano del Partito comunista cubano, Granma, ben quattro cubani residenti a Miami, in Florida, sono stati arrestati a Cuba con l’accusa di pianificare azioni terroristiche ai danni dell’Avana. Il ministero dell’Interno cubano ha confermato la notizia e ha precisato che i quattro sono stati assicurati alla giustizia il 26 aprile per aver organizzato vere e proprie azioni terroristiche contro obiettivi sensibili a Cuba come installazioni militari. Non solo, per questo fine dalla metà del 2013 tre di loro avevano compiuto diversi viaggi a Cuba  per studiare come attuare il loro piano“. I quattro fermati sono  Jose Ortega Amador, Obdulio Rodriguez Gonzalez, Raibel Pacheco Santos e Felix Monzon Alvarez, e, secondo L’Avana, avrebbero agito sotto le direttive di altre persone che si trovano ancora oggi a Miami. Sarebbe l’organizzazione creata dal militante in esilio Luis Posada Carriles che L’Avana e Caracas hanno cercato invano di perseguire per un attacco bomba del 1976 a un aereo di linea diretto a Cuba nel quale morirono tutte le 73 persone a bordo. Insomma a dispetto delle dichiarazioni di distensione, gli Usa continuano a mantenere un atteggiamento completamente ostile nei confronti di L’Avana, a cominciare dal mantenimento dell’embargo, fin ad arrivare alla questione dei “Cinque”, ovvero i cinque agenti inviati da L’Avana negli Usa per smascherare le attività terroristiche ai danni di Cuba e arrestati dalla Casa Bianca per terrorismo. Due di loro sono tornati a Cuba, ma gli altri tre continuano a rimanere in carcere negli Stati Uniti.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top