Cuba. Olanda chiede all'Ue una svolta nei rapporti con L'AvanaTribuno del Popolo
venerdì , 9 dicembre 2016
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Cuba. Olanda chiede all’Ue una svolta nei rapporti con L’Avana

Cuba. Olanda chiede all’Ue una svolta nei rapporti con L’Avana

Il ministro degli Esteri olandese è in visita ufficiale a Cuba e ha colto l’occasione per esortare l’Ue a guardare da una nuova prospettiva le relazioni con Cuba.

Frans Timmermans, ministro degli Esteri olandese, si trova in queste ore a Cuba nell’ambito di una visita ufficiale dell’Olanda al paese caraibico. Recentemente si è fatto un gran parlare delle riforme iniziate da Raul Castro a Cuba, sempre nell’ottica del socialismo, cui però non hanno fatto da contraltare aperture da parte degli Stati Uniti, sempre più isolati assieme solo a Israele nel propugnare la necessità di un embargo antistorico e immorale contro Cuba. Timmermans ha colto l’occasione della sua visita per esortare l’Unione Europea a guardare da una nuova prospettiva le relazioni con L’Avana. Secondo Timmermans infatti ilmodo migliore per promuovere il cambiamento nell’isola caraibica passa attraverso il “dialogo”, e non l’ “isolamento”, anche se ovviamente nessuno affronta il tema del cosa l’Occidente vorrebbe cambiare a Cuba. In ogni caso l’Ue negli ultimi anni ha dovuto fortemente limitare i suoi legami con Cuba  in base alla nota Posizione Comune, al fine di incoraggiare nel paese una “democrazia multipartitica” e mettere fine alle “violazioni dei diritti umani”. Davvero bizzarra come posizione dal momento che proprio l’Unione Europea negli ultimi anni non ha tenuto una posizione inattaccabile sui diritti umani, per non parlare del funzionamento delle democrazie, sempre più mutilate dai mercati. In base a quale superiorità morale l’Occidente continua a chiedere a Cuba di cambiare? In ogni caso Timmermans, che è  il primo ministro degli Esteri olandese a visitare Cuba dalla rivoluzione del 1959, ha assicurato che il suo paese sostiene questo obiettivo e che l’Ue ha un assoluto bisogno di “modernizzare” il suo approccio all’isola. Staremo a vedere anche se, visti i tempi, sarebbe più opportuno fare pressioni sugli Stati Uniti affinchè cambino finalmente atteggiamento nei confronti di Cuba. Ricordiamo infatti che in base alle ultime riforme del governo cubano i cittadini dell’isola possono viaggiare all’estero senza addurre motivazioni, questo mentre i cittadini statunitensi non possono ancora recarsi a Cuba.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top