Cuba sospende servizi consolari negli Stati UnitiTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Cuba sospende servizi consolari negli Stati Uniti

Cuba ha annunciato la sospensione dei servizi consolari negli Stati Uniti. A renderlo noto il sito web Cubadebate che ha precisato che la decisione è stata presa solo “a seguito dell’impossibilità di trovare una banca americana che si faccia carico dei conti cubani del Paese”.

A dispetto delle aperture sempre promesse e mai mantenute da parte statunitense, Cuba ha fatto nell’ultimo decennio dei decisi passi in avanti verso la distensione, peraltro non accolti da Washington che continua a conservare l’ottuso blocco contro L’Avana, nonostante sia rimasto al mondo solo Israele a supportare tale decisione di fronte agli organi internazionali. Cuba ha deciso nelle ultime ore di sospendere i propri servizi consolari negli Stati Uniti, come riportato dal sito ufficiale Cubadebate. Tale decisione è stata presa dal governo cubano a seguito “dell’impossibilità di trovare una banca americana che si faccia carico dei conti cubani del Paese”. L’istituto di credito Usa che gestiva i conti della Sezione, a Washington, ha interrotto tali servizi a luglio. A partire da luglio per Cuba è stato assolutamente impossibile trovare un altro istituto finanziario disposto ad amministrare i conti a causa delle restrizione imposte dagli Usa contro Cuba e mai ritirate. Si tratta di una situazione incresciosa che secondo il governo cubano avrebbe conseguenze negative sia per i cittadini cubani che per quelli americani. A occuparsi dei conti cubani fino allo scorso 12 luglio era stata la Banca M&T, la quale però ha dato alla Sezione di Interessi di Cuba, e alla Missione Permanente dell’isola presso le Nazioni Unite, un termine limitato per terminare la relazione e trovare una nuova banca con cui operare. Il governo cubano però non ha trovato nessun altro istituto che volesse gestire i conti delle missioni diplomatiche cubane, da qui la chiusura. A partire da oggi, le missioni cubane offriranno soltanto servizi umanitari e di ordinaria amministrazione. L’Avana ha anche ricordato al Dipartimento di Stato che sarà il governo Usa ad essere gravato dell’obbligo giuridico di garantire il compimento delle convenzioni internazionali  sulle agevolazioni alle missioni diplomatiche e uffici consolari per l’esercizio delle loro funzioni. Senza la presenza delle missioni consolari cubane infatti non potranno essere emessi visti e passaporti, cosa che aggraverà la situazione di famiglie, associazioni e semplici cittadini.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top