Da Papa Giovanni XXIII al Cardinal Martini. Noi scegliamo Marx | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 30 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Da Papa Giovanni XXIII al Cardinal Martini. Noi scegliamo Marx

Mentre il Paese va letteralmente alla deriva, il centrosinistra italiano ammette di avere come modelli Papa Giovanni XXIII e il Cardinal Martini. Tutto questo mentre Beppe Grillo sostiene che l’antifascismo non gli interessa, e la destra reazionaria di Berlusconi e Lega Nord torna a riorganizzarsi…Noi come modello scegliamo Karl Marx, e non ce ne vergogniamo!

Il confronto: primarie di centrosinistra

La notizia non è nuova, risale a prima di Natale, quando la politica era infiammata dal dualismo tutto interno al centrosinistra tra Bersani e Renzi. In quell’occasione il Tribuno si era schierato senza tentennamenti a favore di Pier Luigi Bersani,ma non certo perchè guardiamo con fiducia al Partito Democratico, anzi. Purtroppo ogni velleità e ogni residua speranza che all’interno del Pd pulsasse ancora qualcosa del vecchio Pci è stata spazzata via proprio da Pier Luigi Bersani, che in occasione del dibattito per le primarie citò nientemeno che Papa Giovanni XXIII come il proprio modello. Niente Lenin, niente Marx, ma nemmeno niente Pasolini, niente Di Vittorio, niente Togliatti. Niente di niente. Ci avrà pensato Niki Vendola direte voi, e invece no. Forse per andare in controtendenza il leader di Sinistra e Libertà ha nominato il Cardinal Martini, niente di più di un grottesco tentativo di apparire più presentabile all’animo cattolico del partito.

Dopo Natale è cominciata la campagna elettorale e il Pd ha deciso di chiudere la porta alla sua sinistra. Troppo cattivi e comunisti quelli di Rivoluzione Civile..meglio ammiccare a Monti, per un bell’inciucio post elezioni. Ma non siamo qui per giudicare, siamo qui per suonare un campanello d’allarme, dato che non c’è nessuno a sorvegliare questo povero Paese. Mentre il centrosinistra si sceglie modelli quantomeno discutibili per quanto riguarda la storia della sinistra, Beppe Grillo ha fatto chiaramente capire di non avere alcun pregiudizio nei confronti dei neofascisti. Avete capito bene, il comico genovese ha aperto a Casa Pound, ai fascisti del Terzo Millennio, perchè l’antifascismo è roba vecchia e non interessa ai nuovi guerriglieri mediatici del Movimento Cinque Stelle. Come se non bastasse Berlusconi e la Lega Nord sono tornati alla carica e provano a riorganizzare il “fronte reazionario”, che ben sappiamo a quali modelli si richiama. Qualcuno però ancora c’è che non si vergogna a prendere a modello Marx, o perchè no, Lenin. Dopotutto la legge del Paese ce lo consente. A ognuno il suo modello quindi, e i conti si faranno alla fine.

Tribuno 2

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top