D'Alema e la ricostruzione dell'alternativa a Renzi e al "Partito della Nazione"Tribuno del Popolo
martedì , 23 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

D’Alema e la ricostruzione dell’alternativa a Renzi e al “Partito della Nazione”

Un Massimo D’Alema polemico ha rilasciato alcune dichiarazioni al Corriere invitando a un lavoro di ricostruzione del centrosinistra alternativo a Renzi. Non solo, D’Alema ha anche detto di aver preso atto della fine dell’unità del centrosinistra. 

Un grande malessere a sinistra del Pd. Questo riassumendo molto il D’Alema pensiero riguardo al lavoro di costruzione del centrosinistra, l’ennesima conferma di un disamore divenuto ormai palese all’interno di un Pd che, per bocca dello stesso D’Alema, sta diventando sempre più un Partito della Nazione. Massimo D’Alema ha concesso una intervista interessante ad Aldo Cazzullo per il Corriere parlando della situazione politica, e come spesso è accaduto negli ultimi tempi non le ha mandate a dire, constatando apertamente come ormai esista una spaccatura all’interno del partito, una vera e propria “battaglia politica e culturale che passa sia all’interno che all’esterno del Pd” (fonte: Corriere).  Insomma c’è vita anche fuori dal Pd e D’Alema sembra esserne sempre più convinto, constatando come in quasi tutte le città dove si andrà al voto siano nate candidature o liste in polemica o comunque esterne al Pd. D’Alema ha però detto di non credere nelle dimissioni possibili di Renzi, e anzi ha formalizzato ancora una volta la propria scarsa fiducia nell’attuale gruppo dirigente del partito, accusato di avere un comportamento di rottura e non di mediazione. Evidentemente D’Alema crede, e lo ha detto apertamente, che il Pd stia cercando di dare la colpa a qualcun altro per la futura sconfitta alle amministrative. Ma D’Alema ci è andato anche piuttosto pesante riguardo all’ormai famigerato partito della Nazione: “Mi fanno ridere quelli che lanciano l’allarme sul partito della Nazione; il partito della Nazione è già fatto, è già accaduto. Lo schema mi pare evidente: approfittare della crisi di Berlusconi per prenderne il posto. Ma è un’illusione”. Insomma parole chiare, chiarissime che la dicono lunga sulla spaccatura de facto già accaduta all’interno del Pd che ormai sembra aver già ultimato la propria mutazione genetica.

Fonti: http://www.corriere.it/politica/16_marzo_11/d-alema-il-partito-nazione-gia-c-ma-perdera-malessere-puo-creare-nuova-forza-2805f89a-e6fd-11e5-877d-6f0788106330.shtml

Tribuno del Popolo

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top