D'Alema: "Se le primarie le vincerà Renzi sarà scontro politico" | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 29 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

D’Alema: “Se le primarie le vincerà Renzi sarà scontro politico”

Massimo D’Alema ha parlato al programma “Otto e mezzo” su La7 e ha reso noto che qualora le primarie dovessero essere vinte da Renzi, ci sarà un autentico scontro politico.

Ho cambiato radicalmente idea: se vince Bersani non chiederò deroghe“, parola di Massimo D’Alema ospite di Otto e Mezzo su La7, “Ma se le primarie le vincerà Renzi sarà scontro, sarà scontro politico“. “Se vince Bersani lui sa che dispone del posto in lista che fu mio“, ha poi aggiunto, chiarendo quindi una volta per tutte la sua posizione.

“Io rinuncio alla candidatura perche’ questo mi consente di condurre meglio la battaglia politica. Il cuore del problema del centrosinistra sono le divisioni e Renzi non è il rimedio, è peggio del male  con quel modo di porsi divide e così rischiamo di non avere più il centrosinistra“, ha attaccato D’Alema che ha quindi chiarito in modo inequivocabile il suo punto di vista nei confronti di Renzi, paragonato da lui a un competitor di Grillo, “uno che vende la stessa merce“, non la merce del Pd secondo l’alto papavero del Pd.  ”Può essere che si conosca poco D’Alema, io lo conosco bene: sul concetto di rottamazione combatterà fino alla morte, ma sul rinnovamento c’é. Quindi faremo un rinnovamento lavorando tutti insieme“, ha risposto Pierluigi Bersani che ha cercato quindi di interpretare il pensiero dell’ex premier. Poi Bersani ha anche voluto chiudere una volta per tutte la polemica riguardo alla ricandidatura di D’Alema: “Questa polemica la chiudiamo, per favore. Ho letto che io scaricherei, caccerei… io ho detto una cosa chiara: i deputati non li nomina né Berlusconi, né Grillo, né Renzi, né Bersani”.

Ma che tra D’Alema e Renzi sia ormai scontro all’arma bianca è sottolineato dalle parole dell’ex premier, che ha rincarato la dose: “Non è piacevole essere oggetto di attacco e di aggressione, e poi oggi quella immagine sgradevole della foto sotto il camper…“, e poi ancora ha definito come “intollerabile e non accettabile questo modo di lotta politica” condotta da Renzi che “dice porremo fine alla sua carriera politica“. “Parliamo di una persona – aggiunge D’Alema – che pretende di prendere il posto di Monti e avrebbe il dovere di proporre qualcosa invece di avere atteggiamento così distruttivo“. Infine l’ex premier ha lanciato un ultimo attacco: “L’elezione parlamentare non è un impiego pubblico è qualcosa che si ottiene in un rapporto di fiducia con i cittadini. Io sono stato eletto, non ho occupato un posto. Siamo in democrazia e non ci può essere qualcuno che dice ‘io ti levo, io ti metto’, sono i cittadini che decidono”.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top