Dalla Spagna verso Cuba per la crisiTribuno del Popolo
venerdì , 20 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Dalla Spagna verso Cuba a studiare per la crisi

Dalla Spagna verso Cuba a studiare per la crisi

Secondo il quotidiano “La Nueva Espana” i cubani disoccupati residenti nel municipio di Oviedo avrebbero inviato i propri figli a studiare a Cuba perchè non riuscivano a far fronte alla spesa dei libri di testo, della mensa e dell’immatricolazione universitaria. 

Accade nella Spagna colpita dalla crisi e dai tagli del governo di centrodestra di Mariano Rajoy che gli immigrati cubani disoccupati mandino i loro figli a Cuba a studiare perchè impossibilitati a far fronte alle spese eccessive per fruire del sistema di istruzione in Spagna. E’ il caso di Melanie Peña, il cui caso è stato pubblicato sul quotidiano iberico “La Nueva Espana”, che è stata iscritta dai genitori in una scuola cubana nella regione di Holguìn. Sua madre è emigrata da Cuba da tre anni alla ricerca di un futuro migliore, ma non lo ha trovato in quanto continua a cercare un impiego che non si trova. Per questo motivo la famiglia ha preso una decisione drastica, ovvero inviare la bambina di otto anni a Cuba dai nonni per non pagare la quota destinata all’acquisto di libri di testo e della mensa. La madre, Leiviz Peña, ha detto di aver preso questa decisione per permettere alla figlia di studiare a Cuba gratuitamente. Ma quello della piccola Melanie non è l’unico caso nella città di Oviedo, secondo la presidente dell’associazione “Cien por Cien Cubano”, Baby Marìn, ogni volta sarebbero sempre di più i cubani che sollecitano il cambio di residenza per i loro figli da Oviedo a Cuba di fronte all’impossibilità di far fronte alle spese scolastiche. Senza lavoro è molto difficile far fronte a queste spese, basti pensare che secondo l’ultimo censimento solo a Oviedo si trovavano 344 cubani residenti, di cui molti sono ancora alla ricerca di un impiego. Molti di loro parlano diverse lingue, e alcuni hanno già visitato altri paesi europei in cerca di una occupazione che però nell’Europa falcidiata dalla crisi è difficile trovare, questo nonostante i cubani dispongano di titoli di studi e siano abilitati a lavori specializzati. Molti di loro quando hanno lasciato Cuba sicuramente mai avrebbero pensato di poter ritornare. Gli emigranti cubani del resto valutano molto positivamente la qualità dell’insegnamento nel proprio Paese, anche se non sono pienamente soddisfatti delle prospettive lavorative.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top