Datagate. Anche Berlino si infuria con la Casa BiancaTribuno del Popolo
giovedì , 20 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Datagate. Anche Berlino si infuria con la Casa Bianca

Le dichiarazioni di Snowden continuano a scuotere il mondo con il Guardian che ha diffuso la notizia che anche alcuni paesi Ue, Italia compresa, avrebbero collaborato con gli Usa per raccogliere dati personali. Berlino si infuria e parla di un ritorno della Guerra Fredda.

Ieri il quotidiano britannico Guardian ha pubblicato un articolo nel quale si rivelava che almeno sette Paesi dell’Ue, Italia compresa, avrebbero collaborato con gli Stati Uniti nella raccolta di dati personali in base ad accordi internazionali di intelligence. Poche ore dopo l’articolo è stato rimosso dopo aver scatenato un autentico polverone. L’articolo sarebbe stato rimosso per un’indagine, anche se in molti accusano Madsen, il giornalista che ha riportato la notizia, come una fonte poco attendibile. La ministra tedesca della Giustizia, Sabine Leutheusser-Schnarrenberger, ha comunque reagito con sgomento alle notizie rivelate dallo Spiegel sullo spionaggio dell’agenzia Usa Nsa in Germania. “Se le notizie saranno confermate, la vicenda ricorda l’atteggiamento che si teneva tra nemici durante la guerra fredda“, ha detto la ministra. Ciò ha portato Martin Schulz a chiedere chiarimenti agli Stati Uniti sulla portata dello spionaggio in Europa.  In particolare Schulz ha fatto riferimento alle rivelazioni dello Spiegel che parla di milioni di telefonate spiate nel Vecchio continente, comprese le comunicazioni dei ministri e dei diplomatici dell’Ue a Bruxelles. “Sono profondamente preoccupato e sorpreso – ha affermato in una nota l’esponente tedesco del Pse -: se le accuse risultassero vere, sarebbe un fatto molto grave che avrebbe un impatto grave sui rapporti tra Stati Uniti e Unione europea. A nome del Parlamento europeo, chiedo alle autorità americane un chiarimento completo e di avere in tempi rapidi più informazioni su queste accuse“, ha aggiunto Schulz. Insomma gli Stati Uniti, se venissero confermate tali voci, avrebbero spiato paesi amici ed alleati, uno scandalo di proporzioni titaniche che, peraltro, sembra essere solo all’inizio.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top