Datagate. Angela Merkel spiata dal 2010, Obama sapeva tuttoTribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Datagate. Angela Merkel spiata dal 2010, Obama sapeva tutto

Il presidente Obama sarebbe stato a conoscenza del fatto che l’NSA spiasse il cancelliere tedesco Angela Merkel sin dal 2010. Lo hanno rivelato i media tedeschi e un portavoce NSA ha prontamente smentito le accuse.

Non accenna a sgonfiarsi la crisi legata al caso Datagate, una crisi che ha messo comprensibilmente in imbarazzo gli Stati Uniti e rischia di compromettere le relazioni diplomatiche tra Berlino e Washington. Secondo il quotidiano tedesco Bild am Sonntag, che ha citato fonti di intelligence americane, il capo della National Security Agency, Keith Alexander, avrebbe autorizzato spionaggi contro la Merkel sin dal 2010. Obama non avrebbe fatto assolutamente niente per interrompere le spiate ai danni della Merkel, non solo, avrebbe persino ordinato alla NSA di preparare un dossier sulla Merkel.  Ciò contraddice le notizie secondo cui Obama avrebbe personalmente rassicurato la Merkel che non sapeva nulla e che se avesse saputo avrebbe subito fermato la vicenda. Un portavoce della NSA ha pubblicato domenica una nota nella quale si spiegava che Alexander non avrebbe discusso con Obama nel 2010, e che quindi le notizie divulgate sull’argomento non sarebbero realistiche. Il giornale però ha riportato anche che la NSA avrebbe tenuto sotto controllo entrambi i telefoni forniti alla Merkel dal suo partito politico, e probabilmente anche il suo telefono consegnatole quest’estate. Questo secondo il quotidiano sarebbe la prova che l’operazione di spionaggio stava continuando anche nel recentissimo passato. Lo spionaggio americano della NSA sarebbe stato condotto dal quarto piano dell’ambasciata Usa nel centro di Berlino. Le scoperte della NSA, gli sms e le chiamate telefoniche sono state tutte riportate alla Casa Bianca. Poco prima questa settimana Berlino ha detto che le comunicazioni della Merkel erano “assolutamente sicure”, del resto l’unico telefono non controllato della NSA sarebbe stato quello nel suo ufficio. Del resto gli Stati Uniti avrebbero spiato anche il predecessore della Merkel, quel Gerhard Schroeder  reo di non essere favorevole alla guerra all’Iraq. Nella giornata di sabato poi, Der Spiegel, ha ricordato come il cellulare della Merkel sarebbe stato nella lista dell’NSA fin dal 2002, e che quando Obama si recò in visita a Berlino nel giugno 2013 il programma di sorveglianza era ancora attivo. Dal conto suo la Merkel ha fatto sapere chiaramente che se l’informazione dovesse essere vera, sarebbe del tutto inaccettabile e rappresenterebbe una grave perdita di credibilità da parte della Casa Bianca.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top