Datagate. Il Parlamento Ue dice "no" alle spiate americaneTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Datagate. Il Parlamento Ue dice “no” alle spiate americane

Il Parlamento Europeo ha recentemente votato per decidere la sospensione dell’accesso degli Stati Uniti ai database di una compagnia belga a causa delle spiate americane che vengono interpretate più come orientate a ottenere guadagno finanziario che per combattere il terrorismo. 

Il Parlamento europeo di Strasburgo ha votato con 280 voti a favore e 254 contrari (30 astenuti) per la sospensione della concessione dell’accesso agli Stati Uniti ai database finanziari globali di una compagnia belga fin quando una inchiesta non chiarirà la situazione. Stiamo parlando dell’enorme bubbone dell’ “Nsa”, con le spiate degli Stati Uniti che hanno per certi versi lasciato il mondo sbigottito. “Noi abbiamo bisogno di piena trasparenza, specialmente dopo le rilevazioni dell’Nsa. L’Europa non può accettare che i dati di privati cittadini siano accessibili senza che nessuno lo sappia“, ha detto Guy Verhofstadt, leader dei Liberali nel Parlamento Europeo, alla Reuters. Gli avvocati dell’Ue sono tutti molto infastiditi dal fatto che gli Stati Uniti abbiano utilizzato informazioni nascoste dai database SWIFT ( il database finanziario globale). La voce sarebbe stata diffusa dalla più importante tv brasiliana, la Globo. In base ai contratti e agli accordi vigenti, in teoria gli Stati Uniti avrebbero un accesso limitato allo SWIFT database. L’accordo farebbe parte di una cooperazione transatlantica successiva agli attacchi del settembre 2001, e permette che alcuni dati dello SWIFT possano essere condivisi con il tesoro Usa. L’idea originaria era che il condividere dati limitati dei milioni di messaggi finanziari che tutti i giorni avvengono intorno al mondo, questo avrebbe potuto aiutare a sconfiggere il terrorismo. I parlamentari Ue a questo riguardo hanno votato per congelare la capacità di Washington di tracciare i pagamenti internazionali. Nonostante questo voto non sia ancora vincolante, riflette comunque la rabbia dell’Ue nei confronti delle notizie delle spiate della Nsa in Europa. Spetterà poi alla Commissione Ue e ai vari governi approvare eventuali sospensioni dell’accesso Usa a SWIFT. Del resto è stato riportato questa settimana che la Nsa avrebbe spiato per anni il Messico, aiutando gli americani nei loro affari e nei loro investimenti nel paese centromericano.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/european_parliament/4618393391/”>European Parliament</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top