Datagate. La Casa Bianca ha spiato la Francia e Parigi rompe con WashingtonTribuno del Popolo
mercoledì , 13 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Datagate. La Casa Bianca ha spiato la Francia e Parigi rompe con Washington

Incredibile rottura tra Francia e Stati Uniti dopo che si è diffusa la notizia secondo cui la Nsa avrebbe intercettato le comunicazioni telefoniche dei francesi. A scatenare la polemica nuove rivelazioni del caso Datagate. 

L’Agenzia di sicurezza nazionale americana (Nsa) ha intercettato le comunicazioni telefoniche dei francesi. La notizia sconvolgente è stata resa di pubblico dominio da Le Monde, e poco dopo, inevitabilmente, il ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius, ha annunciato di aver “convocato immediatamente” l’ambasciatore degli Stati Uniti a Parigi. Anche il ministro degli Interni, Manuel Valls, ha definito come “scioccanti” le informazioni secondo cui la Casa Bianca avrebbe intercettato Parigi per mesi. Le Monde del resto ha citato documenti resi noti dall’ex consulente della Nsa, Edward Snowden, documenti che mostrano come l’agenzia americana di controspionaggio abbia intercettato in modo massiccio tutte le comunicazioni telefoniche dei cittadini francesi. Su un periodo di 30 giorni, dal 10 dicembre 2012 all’8 gennaio 2013, 70,3 milioni di registrazioni di telefonate francesi sono state eseguiti dalla Nsa.Il futuro spiegherà forse, un giorno, perché Parigi è rimasta così discreta, rispetto a Berlino o Rio, dopo le rivelazioni sui programmi di spionaggio elettronico americano nel mondo. Perché la Francia è stata altrettanto coinvolta e dispone oggi di prove tangibili del fatto che i suoi interessi sono quotidianamente presi di mira“, ha scritto nell’articolo  co-firmato dal giornalista di Le Monde Jacques Follorou e da Glenn Greenwald, l’ex columnist del Guardian, uno di quelli che per primo ha pubblicato le rivelazioni di Edward Snowden. Le Monde ha spiegato che quando certi numeri di telefono vengono utilizzati a Parigi, attivano un segnale che fa scattare in automatico la registrazione delle conversazioni. Una sorveglianza occhiuta e capillare che coinvolge anche gli sms e il loro contenuto.   I documenti in possesso del quotidiano francese “forniscono sufficienti spiegazioni da far pensare che gli obiettivi della Nsa riguardano sia persone sospettate di legami con il terrorismo che individui presi di mira per la loro semplice appartenenza al mondo degli affari, della politica o dell’amministrazione francese“. Una ingerenza intollerabile degli Stati Uniti che ha dimostrato di non avere alcun rispetto della sovranità degli altri Paesi. Ma diciamocelo, avevate ancora bisogno di conferme a riguardo?

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top