Datagate: la lista delle 30 violazioni più graviTribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Datagate: la lista delle 30 violazioni più gravi

E’ passato quasi un anno dall’esplosione dello scandalo del Datagate, la tela spionistica mondiale cucita dalla Nsa americana. Un anno da quando Edward Snowden dovette scappare in Russia per trovare rifugio.

Fonte:Oltremedianews

“Ci sono molti programmi non ancora rivelati che coinvolgono i diritti dei cittadini europei”, riporta Snowden, la principale fonte dello scandalo, che svela la lista delle 30 violazioni più gravi effettuate dalla National Security Agency americana e dalle sue agenzie collaboratrici. Grazie alla collaborazione dei suoi alleati nel cosiddetto ‘Five Eyes’, che comprende Australia, Canada, Nuova Zelanda,Gran Bretagna e, appunto, Usa, è ormai evidente che l’Nsa abbia messo occhi e orecchie praticamente ovunque. Le nostre chiamate, i nostri telefoni e i nostri Pc: siamo controllati.  Sembra di vivere le scene di ‘The Truman show’, peccato che si stia parlando delle nostre vite reali. Siamo sotto il controllo di qualcuno senza saperlo, che ci piaccia o no, in ogni cosa che facciamo, diciamo o guardiamo. Oggi soprattutto, in un periodo storico definibile come ‘l’era della tecnologia’, dove tutti, senza eccezioni, vivono una sorta di dipendenza dal virtuale, che si tratti di social network, giochi o comunicazione di massa attraverso smartphone o portatili. In questa quotidianità digitale tutto ciò che siamo è scritto in rete e quindi osservato, conosciuto, catalogato e sorvegliato da entità terze. Ci viene da chiederci quale sia lo scopo di tutto questo controllo. Si parla così tanto oggi in ambito scolastico e legale di tutela della privacy e poi, noi in primis, non ci concediamo nemmeno il diritto all’intimità. Siamo sotto ‘una lente come pesci virtuali in una rete senza limite’ attraverso uno sguardo attento e profondo di tutte le nostre attività quotidiane. Persino Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha chiamato il presidente degli Stati Uniti Barack Obama dicendosi deluso della politica della Casa Bianca in tema di privacy. Ecco quindi l’elenco delle violazioni più gravi della Nsa e dei suoi enti collaboratori: Prism, l’Nsa è in grado di penetrare nei sistemi di alcune grandi web company, da Apple a PalTalk passando per Facebook YouTube e Skype, e raccogliere dati sugli utenti attraverso e-mail, video, immagini e altri materiali. I metadati, Microsoft(quindi Redmond, il vecchio Messenger, Skipe e SkyDrive). Il programma Xkeyscore permetteva invece l’accesso alleconnessioni internet a livello internazionale. Altri dati sotto controllo sono i database americani, le chiamate internazionali, i viaggi, le parentele e i luoghi frequentati grazie all’incrocio di dati di log delle e-mail o delle telefonate. Solo in Italia, ad esempio, riporta l’Espresso in un articolo di Stefania Maurizi,fra il 10 dicembre 2012 e l’8 gennaio 2013 vengono raccolti in Italia 46 milioni di metadati telefonici. L’Nsa può accedere alla nostra privacy anche attraverso tutti glismartphone come BlackBerry, Android e l’iPhone. Neanche Tor, la Rete anonima utilizzata per connettersi al deep web, è al sicuro, come gli instant messaging, Google e Yahoo, Linkedln, i nostri movimenti finanziari, tutti i siti pornografici, le informazioni mediche, legali e anche religiose; anche i videogame online non sono esenti dall’ispezione, esattamente come le App, Youtube e Facebook. Le persone sottoposte a maggior controllo sono i politici, gli attivisti e i giornalisti sotto attacco. Ma nessuno è esente dallo screening effettuato sulla nostra privacy. Nessun diritto all’oblio è previsto a Fort Meade.   Federica Bani
VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO
Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top