De Blasio il "rosso" conquista New YorkTribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
De Blasio il “rosso” conquista New York

De Blasio il “rosso” conquista New York

New York torna democratica con la vittoria a sindaco di Bill de Blasio il “rosso”. Il 92% dei cittadini di colore e l’82% dei latinos lo hanno scelto come sindaco, e il suo motto la dice lunga: “La nostra città non deve lasciare nessuno indietro”.

Bill De Blasio non è un sindaco come gli altri, soprattutto per un Paese come gli Stati Uniti, dove la “sinistra”, diciamocelo, è un pò particolare. Per capire però che qualcosa di importante è successo basta sfogliare la stampa mondiale e e americana. De Blasio “il rosso” non è un sindaco come gli altri, è colui che dopo vent’anni ha riportato New York in mano ai democratici, è colui che con una campagna elettorale giovane e ambiziosa è riuscito prima a vincere le primarie democratiche e poi le elezioni cittadine. Leggendo “La Repubblica” sembra quasi che sia successo qualcosa di fantastico, e forse è così, peccato che leggendo la biografia di De Blasio e le sue proposte sembra quasi di essere di fronte a una sinistra “vera” se confrontata con quella che “Repubblica” supporta in casa nostra.  Il programma di De Blasio “il rosso” infatti in Italia sarebbe stato duramente e aspramente contestato, e diciamocelo, sarebbe stato a sinistra di quello di Renzi, ma tant’è. New York lo ha premiato con un plebiscito, e De Blasio ha vinto anche e soprattutto grazie al voto della comunità nera e dei latinos che lo hanno votato rispettivamente con il 92% e l’82% dei consensi. “Adesso andremo avanti con le nostre idee: più uguaglianza, ora camminiamo uniti“, ha commentato a caldo De Blasio il “rosso”, uno che da giovane non aveva mai nascosto di essere stato un sostenitore della rivoluzione sandinista in Nicaragua, uno che viene invitato a “tornarsene in Urss“. E di fronte a uno così ben si capisce come mai la destra lo accusa di ogni nefandezza come ad esempio di voler riportare il crimine e la violenza nelle strade. Una destra che trattiene il fiato sbigottita dal fatto che De Blasio vorrebbe fare qualcosa per gli ultimi e per i più deboli, tassare i ricchi per trovare fondi per le scuole pubbliche, per gli ospedali e per le università. Ha voluto dire basta alle agevolazioni fiscali ai costruttori e agli speculatori edilizi, e soprattutto ha promesso un cambio nell’atteggiamento della polizia che dovrà rinunciare alla vergognosa pratica dello “stop and frisk”, ovvero la tattica apertamente razzista utilizzata dalla polizia per fermare e perquisire i sospetti, ovviamente tutti di colore. Bill il rosso si prende New York, e chissà se finalmente il mondo capirà che portando avanti politiche di giustizia sociale e redistribuzioni non ci sarà nessun collasso sociale e morale, al contrario, forse si riuscirà a superare la crisi. Detto questo Bill De Blasio il “rosso” altro non è che un moderato personaggio di centrosinistra, ma forse visti i tempi i cittadini di New York sono persino più fortunati di quelli italiani, che al massimo potranno contare su Matteo Renzi.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/kevdia/10632385465/”>Kevdiaphoto</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top