"Destra e Sinistra non esistono più": Ecco la nuova moda degli italianiTribuno del Popolo
mercoledì , 23 agosto 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

“Destra e Sinistra non esistono più”: Ecco la nuova moda degli italiani

E’ la nuova frase che apre tutte le porte dei salotti della Tv e degli opinion leaders italiani. In un’era in cui qualsiasi convinzione ideologica viene messa alla berlina da presentatori e opinionisti e accusata di vecchiume, chierici e pseudo-intellettuali fanno il giro delle trasmissioni a spiegarci che “destra e sinistra” non esistono più. Esiste la “volontà di superare i problemi senza ideologie”, l’ultima clamorosa vendita di fumo ai danni degli italiani. 

“Destra e Sinistra non esistono più”, quante volte lo avete sentito dire negli ultimi tempi ? Decine di volte. Si può quasi dire che sia la frase che meglio fotografa il nuovo senso comune che si respira nel nostro Paese, e non solo. In varie trasmissioni di approfondimento politico e talk show di vario genere compaiono ormai intellettuali, opinion leaders o semplici giovani rampanti che amano parlare in inglese che con un sorriso stampato in volto guardano dall’alto in basso le “antiche incrostazioni ideologiche” della sinistra proponendo la soluzione: “destra e sinistra non esistono più, esiste la scelta giusta da fare per il Paese“. Una sorta di pacificazione nazionale, un volemose bene che tende a banalizzare la società e la politica in modo da rendere tutto uguale, una sorta di notte in cui “tutte le vacche sono nere”.  Ovviamente destra e sinistra esistono ancora, lo abbiamo già spiegato in passato (LEGGI QUI) e non intendiamo andare avanti come un disco rotto a ribadire sempre lo stesso concetto. Ora però i chierici sostenitori di questa bestialità, ovvero che destra e sinistra non esistono più, hanno effettuato un ulteriore salto di qualità. Ieri sera ad Announo ci siamo imbattuti in Giulia Innocenzi, una di quelle presentatrici che venivano identificate come quella sorta di sinistra all’acqua di rose, che però ultimamente ha mostrato in modo chiaro e netto da che parte sta. Prima ha fatto irrompere in studio le Femen, le attiviste che a seno nudo si presentano offendendo tutti quelli che non la pensano come loro (per non parlare dei finanziamenti di Soros e del loro allineamento pro Kiev, vedi Odessa), poi ha guidato una sorta di grottesca discussione tra i ragazzi in studio nella quale ha preso parte, tra gli altri, anche un attivista di Casa Pound. Nella discussione che ne è scaturita il rapper presente ha tirato le somme con la quintessenza della banalità: “Cercano di dividerci in rossi contro neri ma“, con tanto di applauso e intervento della “chioccia” Innocenzi che, raggiante, ha commentato “Avete visto? I nostri ragazzi sono Oltre la destra e sinistra“. Insomma qualcuno vuole annullare le differenze tra destra e sinistra, o meglio far credere agli italiani che le differenze sono annullate, ma a che pro? Come mai in modo così martellante tale concetto viene ribadito a ogni occasione possibile? Come mai sostenere che “destra e sinistra” non esistono piace molto ai renziani e alla destra in generale e non alla sinistra? Noi una risposta ce l’abbiamo: L’Italia è sempre stato un paese moderato ma negli ultimi vent’anni lo è diventato sempre di più e si ha avuto un imbarbarimento della società, un inaridimento della cultura e una esaltazione di valori veicolati dalla Tv che hanno creato una società permeabile ai cavalli di battaglia tipici della destra: vedi l’odio per il diverso, per gli extracomunitari, la guerra tra poveri e l’aggressione quasi volgare di tutto il passato glorioso del comunismo in Italia. Questo modus operandi ha creato un contesto nel quale sostenere che destra e sinistra non esistono più giova unicamente a quei potentati che hanno tutto l’interesse nel mantenere invariata l’organizzazione della società. Senza destra e sinistra in sostanza si crea una sorta di inganno per cui si fa quello che serve al Paese senza “barriere ideologiche”. Ma sulla base di cosa si decide cosa è meglio per il Paese? E soprattutto, per fare gli interessi di chi? Non è casuale in questo senso che questa nuova teoria della morte di destra e sinistra piaccia sia ai renziani che alla varia umanità che affolla la destra xenofoba e non. Per la destra vera fingere di essere “Oltre” è un modo per essere riaccettata nei salotti, per la sinistra finta un modo per allungare le mani verso altri bacini elettorali. E gli italiani? In mezzo a farsi prendere per il culo.

photo credit: <a href=”https://www.flickr.com/photos/62585343@N00/2901334621/”>dumplife (Mihai Romanciuc)</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.0/”>cc</a>

Gracchus Babeuf

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top