Di quella casetta in Trentino, sugli alberiTribuno del Popolo
domenica , 26 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Di quella casetta in Trentino, sugli alberi

Chi di noi, bambino, non ha sognato di vivere in una casa sugli alberi? Di quelle belle, in legno, che hanno tutti i bambini americani nei film?Non ci saremmo forse accontentati anche del microscopico monolocale di Bart? O addirittura, non avremmo desiderato anche solo costruirla, quella casetta un po’ sgangherata, come quella di Elijah Wood in The War?

Fonte: Oltremedianews

Insomma, l’idea della casa sull’albero è, per quanto lontana dalla nostra quotidianità, entrata nell’immaginario collettivo, un miraggio tanto mai esperito quanto presente e tangibile nelle nostre menti.

Forse proprio questo aveva in testa Mauro Delladio, consigliere regionale del Trentino, che ha recentemente proposto un disegno di legge che prevede la possibilità di costruire in questa regione delle case sugli alberi; questo, oppure il fatto che, in realtà, la moda degli alloggi sopraelevati è già molto diffusa nel mondo, soprattutto tra i vip e in villaggi turistici.
In Francia, solo per fare un esempio vicino a noi, sugli alberi ci hanno costruito addirittura i castelli: parlo degli Chateaux dans les arbres, vicino Bordeaux (http://www.chateaux-dans-les-arbres.com/chateaux/index.php/noscabanes.html ) .

Tornando al Trentino: non si tratterebbe, spiega un emendamento introdotto dall’assessore Mauro Gilmozzi, di una costruzione indiscriminata, ma di un’idea volta principalmente al turismo o ad immobili che offrano già servizi centralizzati: le case di legno, dunque, non dovranno essere provviste di bagni e cucine.

Il 20 giugno scorso il Consiglio Provinciale ha approvato il disegno di legge in questione, ora si attente, entro un paio di mesi, il regolamento della Giunta.
Alcuni comuni, comunque, si stanno già organizzando: è il caso di Rumo, nella Val di Non, di Sagron Mis, nel Primiero, che ha organizzato una serie di convegni sull’argomento, di Cles, la cui Proloco ha organizzato un concorso per giovani progettisti, invitandoli a sviluppare nuove idee sulla realizzazione di case sugli alberi.

Come si potrà facilmente immaginare, queste case sono, sì, bellissime, ecologiche e non richiedono troppe spese, ma di certo non sono nemmeno lontanamente alla portata delle tasche della gente comune: per una casetta di trenta metri quadrati occorre possedere un terreno molto esteso e dotato di alberi monumentali; inoltre i costi di realizzazione sono molto alti, andando da un minimo di 800 euro a 2000 euro al metroquadro!

Largo, per ora, a ricconi e villaggi turistici particolarmente chic; il miraggio della casa sull’albero rimane tale, ma forse i suoi contorni si fanno, a poco a poco, più nitidi.

 Giorgia Pratesi

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top