Diaz. Arrivano le scuse della polizia. Vendola chiede l'introduzione del reato di tortura | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 23 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Diaz. Arrivano le scuse della polizia. Vendola chiede l’introduzione del reato di tortura

Dopo la sentenza di ieri della Cassazione sui pestaggi della Diaz che ha visto la conferma delle precedenti condanne ai vertici della polizia, il leader di Sel Niki Vendola ha chiesto l’introduzione del reato di tortura nel codice penale.

Ieri è finalmente arrivata la sentenza della Cassazione sui vergognosi fatti del luglio 2001 al G8 di Genova. La sentenza di condanna nei confronti dei vertici della polizia è stata confermata, prescritti invece gli altri agenti coinvolti nel pestaggio della scuola Diaz. Il capo della polizia Manganelli dopo undici anni di silenzi delle istituzioni e della polizia ha oggi finalmente chiesto scusa, un pò poco, soprattutto alla luce dell’esito insufficiente del processo. Niki Vendola, leader di Sinistra e Libertà, ha voluto dire la sua sull’argomento:”Ora il Parlamento introduca il reato di tortura nel codice penale del nostro Paese. In dieci giorni lo possono fare. Ce lo chiede l’Onu, l’Europa, il buon senso e la giustizia”, ha scritto Vendola su Twitter, affermando quindi di voler sostenere la campagna in corso di Amnesty International per l’introduzione in Italia del reato di tortura.”La sentenza sulla Diaz rende finalmente giustizia a chi quella notte di undici anni fa fu vittima di violenze inaudite e assolutamente ingiustificate”, ha commentato Orazio Licandro,  coordinatore della segreteria nazionale del Pdci, “Le parole odierne del capo della Polizia denotano un alto senso dello Stato, e suonano come garanzia per il futuro”.

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top