Diritti umani. Pechino accusa gli Stati Uniti con un contro-rapportoTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Diritti umani. Pechino accusa gli Stati Uniti con un contro-rapporto

Diritti umani. Pechino accusa gli Stati Uniti con un contro-rapporto

Pechino non ci sta a farsi tirare le orecchie dalla Casa Bianca in materia di diritti umani e ha stilato un contro-rapporto accusando gli Stati Uniti di violare i diritti umani nelle operazioni militari che conducono all’estero e di non fornire ai suoi cittadini un’adeguata protezione dalla violenza armata.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/indrasensi/2485678191/”>indrasensi</a&gt; via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a&gt; <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/”>cc</a&gt;

Le autorità cinesi hanno deciso di rispondere con un contro-rapporto al dossier ufficiale americano stilato sulla situazione dei diritti umani nel mondo e in Cina. Sempre molto attivi nell’individuare supposte violazioni dei diritti umani da parte dei loro avversari politici, gli americani spesso dimenticano le violazioni made in Usa. Nel documento, elaborato dal Consiglio di Stato (governo) cinese e presentato ieri, gli Stati Uniti vengono accusati di “chiudere gli occhi sulla propria deprecabile situazione dei diritti umani” e di elevarsi a “giudice mondiale” sulla questione. Ma il rapporto cinese si base anche e soprattutto sui report della stampa statunitense, e accusa direttamente Washington di aver inflitto “ingenti perdite alla popolazione civile” nelle guerre in Iraq e Afghanistan. Pechino parla di violenze “spaventose” derivanti dalle uccisioni di massa negli Stati Uniti, da quella di  luglio 2012 con la strage nel cinema del Colorado, e nel dicembre 2012 con la strage nella scuola del Connecticut. “Gli statunitensi, singolarmente, sono la popolazione più armata al mondo”, e pertanto rappresentano una gravissima minaccia, sentenzia il rapporto.Venerdì, il dipartimento di Stato Usa, nella sua relazione annuale presentata dal capo della diplomazia John Kerry, segnalava che la situazione dei diritti umani in Cina si è deteriorata nel corso del 2012, soprattutto nelle regioni abitate da tibetani e uiguri.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top