Discoccupazione giovanile al 36,2%: è "allarme rosso": | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 17 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Discoccupazione giovanile al 36,2%: è “allarme rosso”:

Il tasso di disoccupazione giovanile registrato a maggio tra i ragazzi tra i 15 e i 24 anni è quello più alto dal 1992. La percentuale degli italiani privi di un impiego è superiore al 10% (+1,9%) rispetto al 2011. Una vera e propria emergenza sociale che potrebbe aggravarsi nei prossimi mesi.

Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) relativamente al solo mese di maggio è al 36,2%. Lo ha rilevato l’Istat nei suoi nuovi dati provvisori resi noti questa mattina. Un dato allarmante dal momento che si tratta del tasso più alto sia dall’inizio delle serie storiche mensili (ovvero dal gennaio del 2004), che da quelle trimestrali (iniziate nel 1992). Per quanto riguarda il mese di maggio il tasso di disoccupazione nel suo complesso è fermo al 10,1%, facendo registrare un +1,9% rispetto allo stesso periodo del 2011. I disoccupati italiani registrati nel mese di maggio sono 2.584000, quindi lo 0,7% in meno rispetto ad aprile, con un calo di 18.000 unità. La flessione ha riguardato sia gli uomini che le donne ma non dovrebbe trarre in inganno dal momento che se si prendono i dati su base annua si registra invece una crescita del 26%, ovvero di 534.000 unità. La situazione occupazionale del Paese è quindi realmente drammatica ancor più che migliaia di giovani vengono considerati pienamente occupati pur svolgendo lavori precari o saltuari o part-time. Secondo molti analisti quindi la percentuale effettiva di italiani privi di un impiego sarebbe assai più alta, e soprattutto potrebbe aggravarsi nei prossimi mesi facendo correre il rischio di un vero e proprio dramma sociale.

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top