Dopo Varoufakis ecco il "marxista-leninista" TsakalotosTribuno del Popolo
venerdì , 26 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Dopo Varoufakis ecco il “marxista-leninista” Tsakalotos

Dopo le dimissioni di Yanis Varoufakis il nuovo ministro delle Finanze si chiama Euclid Tsakalotos, economista ellenico che ha studiato a Oxford e che il Sole 24 Ore presenta come un “radicale dai toni morbidi”. Marxista e membro del comitato centrale di Syriza, la sensazione è che renderà la vita molto difficile agli eurocrati di Bruxelles. 

Dopo Yanis Varoufakis è la volta di Euclid Tsakalotos, nuovo ministro delle Finanze di Atene che però non è certo stato scelto come un “ripiego”. Varoufakis, il suo predecessore, era uomo vulcanico che piaceva molto ai media soprattutto perchè amava presentarsi come l’economista eccentrico e radicale che rompeva le convenzioni del passato e sfidava apertamente l’Eurogruppo. Per togliere ogni alibi all’Eurogruppo Varoufakis si è dimesso, ma al posto suo non è stato messo un ministro delle Finanze imbelle. Euclid Tsakalotos infatti è stato subito presentato dai media come un personaggio dai modi moderati ma dalle idee radicali, laddove per idee radicali si intende ovviamente ilf fatto che sia un marxista. Come si sa il “marxismo” è l’ideologia del male per le istituzioni europee, è l’ideologia espulsa dalla vita comune e che non deve trovare spazio, ecco perchè i media commentano la figura di Euclid Tsakalatos storcendo il naso.

Proprio come Varoufakis, Tsakalotos ha studiato all’estero, in particolare a Oxford, e oggi svolge il ruolo di membro del comitato centrale di Syriza. Dal 2012 è anche un deputato e insegna come docente di economia all’Università di Atene. Dopo essersi formato all’estero è tornato in Grecia nel 1993 e oggi che tutti parlano di lui in molti credono che la sua nomina sia solamente una ratifica dato che Tsakalotos era considerato una sorte di “ministro ombra”.  A differenza di quanto viene raccontato da certi media però Tsakalotos ha delle idee ben precise soprattutto in politica, rappresenta un economista sì, ma che porta avanti delle idee completamente contrarie a quelle del neoliberismo imposte a Bruxelles, per questo forse, essendo un “radicale dai toni morbidi” spaventa forse l’Eurogruppo persino più di Varoufakis. Autore di diversi libri di economia, Tsakalots si è scagliato contro la deriva liberista che ha invaso Atene dal 2008, secondo lui la vera responsabile delle diseguaglianze sociali. Insomma, Merkel e soci con lui non possono certo dormire sonni sereni.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top