Due domandine a Renzi sull'UcrainaTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Due domandine a Renzi sull’Ucraina

In Ucraina la guerra civile produce altri morti, altri bombardamenti e altre distruzioni e l’Italia con Matteo Renzi ha deciso di lanciarsi nelle avventure Nato contro la Russia in Europa dell’Est. Noi abbiamo pensato a due domandine da indirizzare proprio a lui, siamo sicuri che sia ben informato su quanto succede in Ucraina? E’ davvero possibile che nessuno veda le svastiche e la partecipazione di gruppi xenofobi e radicali alla guerra civile da parte di Kiev? 

In Italia fortunatamente esiste la libertà di parola, ed è cosa sacrosanta e giusta. Però si pretende che almeno le persone che hanno delle responsabilità internazionali siano informate riguardo agli eventi per i quali sono chiamati a prendere rapide decisioni. Renzi per decidere di allinearsi alla Nato nelle vicende in Ucraina dell’Est non ha consultato nessuno, e soprattutto ha assunto la linea imposta da Obama e soci, ovvero quella di addossare ogni colpa per la crisi in Ucraina a Vladimir Putin, una scelta che è costata molto, moltissimo all’Italia dal punto di vista economico dal momento che il nostro Paese intratteneva con Mosca ottimi affari. Ma la vera domanda che vogliamo fare a Matteo Renzi è la seguente…

Cosa pensa della foto qui sopra che abbiamo trovato sul web estrapolata nientemeno che da RaiNews24? E’ a conoscenza che si tratta di un soldato del Battaglione Azov mandato da Kiev a combattere nel Donbass? E soprattutto Matteo Renzi è consapevole che gli “eroi del Maijdan” si sono macchiati anche di violenze, sevizie e minacce contro gli avversari politici? Sa quello che è successo a Odessa con oltre cento persone ammazzate dai neonazisti? E la lista di domande potrebbe continuare. Ci basterebbe una risposta secca, concisa a queste brevissime domande caro Premier Renzi. Ci basterebbe che lei ci spiegasse in che modo l’Italia con la Costituzione uscita dalla Resistenza antifascista e che ripudia la guerra sarebbe autorizzata a fornire di armi un governo di dubbia credibilità (installatosi grazie a un golpe) che utilizza soldati che hanno svastiche sugli elmetti guidati da politici che hanno come eroe Stepan Bandera, il collaborazionista ucraino delle Ss hitleriane nella Seconda Guerra Mondiale.

GUARDA IL FILMATO DELLA RAI 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top