E il Vaticano svela i suoi contiTribuno del Popolo
lunedì , 23 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

E il Vaticano svela i suoi conti

Da domani per la prima volta nella storia il bilancio dello Ior sarà di pubblico dominio: la Banca Vaticana svela i suoi conti.

Fonte: Oltremedianews

Tempo di conti e trasparenza anche in Vaticano. Che succede se lo Ior (Istituto per le Opere di Religione), istituto pontificio di diritto privato, creato nel 1942 da papa Pio XII, rende pubblico il suo bilancio?
Quanto accadrà domani, primo ottobre, per la prima volta nella storia della Santa sede, ha il sapore di un’altra delle trovate ad effetto di un Papa sempre più impegnato a dimostrare al mondo dei fedeli, e non solo, la sua voglia di rinnovamento rispetto a un passato della Chiesa di certo non sempre limpido e trasparente.
E così da domani i conti dello Ior, altrimenti conosciuto come Banca Vaticana, saranno di pubblico dominio.
Preparatevi a cifre da lasciare a bocca aperta: solo nel 2012 la banca del più piccolo Stato del Mondo (appena 0,44 km quadrati) ha segnato un utile netto di 86,6 milioni di euro. Un’ operazione trasparenza che farà cessare la strana anomalia dell’istituto i cui conti non venivano inseriti nel resoconto annuale della Prefettura per gli affari economici.

La manovra all’insegna della trasparenza si inserisce nell’agenda di accorpamenti tra enti fortemente voluta dall’attuale Pontefice, e riguarderà anche l’Apsa, che amministra il patrimonio della sede apostolica, e Propaganda Fide.
Questa stagione di riassestamenti in seno alla Santa Sede è una strategica risposta alle imbarazzanti vicende giudiziarie che recentemente hanno coinvolto le finanze del Vaticano, e così una riforma dello Ior, coinvolto più volte in scandali finanziari e no, come il crac del Banco Ambrosiano e l’affare Sindona, è vista come un chiaro segnale di cambiamento anche nel campo delle finanze propugnato da Papa Bergoglio.

Via libera quindi a una commissione di indagine che vaglierà conti correnti e operazioni compiute durante la gestione del direttore generale Cipriani travolto con il suo vice Tulli nella vicenda dell’arresto di Scarano avvenuto a giugno scorso con le accuse di corruzione e calunnia. Al termine dei controlli la Commissione passerà poi a Bergoglio la documentazione completa sull’andamento e le procedure della Banca del Vaticano.
La pubblicazione dei dati sarà consultabile sul sito dell’istituto da domattina alle 8.00.

Ileana Alessandra D’Arrissi

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top