Egitto. Ancora tensione ai cortei dei Fratelli MusulmaniTribuno del Popolo
giovedì , 20 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Egitto. Ancora tensione ai cortei dei Fratelli Musulmani

Ancora violenza, ancora tensione in Egitto dove almeno due persone sono morte negli scontri tra forze di sicurezza e Fratelli Musulmani nel corso di diversi cortei organizzati nel Paese.

In Egitto la situazione politica è ancora ad alta tensione. Lo è perchè il governo ha colpito duramente i Fratelli Musulmani di Mohamed Morsi, e come risultato l’intero paese ha finito per essere destabilizzato dalle tensioni delle frange degli islamisti più estremisti. Al-Sisi è il generale scelto per riportare la calma nel Paese, e sarà anche il candidato alla presidenza più accreditato alla vittoria finale, con gli egiziani che vogliono la figura dell’uomo forte per riportare la pace. Peccato che i sostenitori dei Fratelli Musulmani siano tornati a farsi sentire e infatti le violenze sono subito riaffiorate con il solito bilancio di morti, feriti e arrestati. Ad un mese dalle presidenziali di fine maggio, i Fratelli Musulmani sono scesi in piazza in diverse regioni dell’Egitto, e sono seguiti duri scontri con le forze di sicurezza che hanno provocato la morte di due persone. La Confraternita è scesa in piazza per chiedere la liberazione di Morsi e anche al Cairo sono scoppiati tafferugli nei pressi dell’Università e della Città universitaria di al Azhar a Madinet Nasr, con la polizia che ha dovuto utilizzare i lacrimogeni. Insomma Al-Sisi sembra essere, assieme all’esercito, l’unico riferimento in grado di riportare ordine e sicurezza in Egitto, e lo dimostra il fatto che proprio l’esercito ha reso noto di aver decapitato una cellula composta da sette elementi di Ansar Beit al Maqdis, movimento che si ispira ad al Qaeda. Nei nascondigli dei terroristi  sono stati trovati congegni elettrici e bombe. Secondo gli inquirenti i terroristi arrestati stavano pianificando operazioni terroriste ed attentati e sarebbero inoltre implicati nell’omicidio della giornalista Mayada Ashraf, uccisa il 28 marzo scorso mentre stava seguendo le manifestazioni dei Fratelli musulmani per il suo giornale nel quartiere di Ain Shams al Cairo. 

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/drumzo/7435405600/”>Jonathan Rashad</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top