Egitto. Le prime crepe nel governo di Morsi | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Egitto. Le prime crepe nel governo di Morsi

Si è dimesso in polemica con il governo e col presidente Mohamed Morsi il ministro degli Affari legali e parlamentari Mohamed Mahsoub. Traballa l’impalcatura di governo di Morsi..

Mohammed Morsi

Non sono tutte rose e fiori ai vertici del governo egiziano guidato dal presidente dei Fratelli Musulmani Mohamed Morsi. Si è infatti dimesso in aperta polemica con il governo il ministro degli Affari legali e parlamentari Mohamed Mahsoub. Alto esponente del partito islamico moderato Wasat e suo unico ministro nell’esecutivo guidato da Hisham Qandil, Mahsoub ha deciso di dimettersi con una lettera nella quale ha definito le politiche adottate del governo come contrarie alle proprie personali posizioni. Insomma secondo il ministro dimissionario Morsi avrebbe, con il suo governo, disatteso gran parte delle aspettative rivoluzionarie che si erano create riguardo al post-Mubarak.  Mahsoub è il secondo ministro a dimettersi negli ultimi giorni. A precederlo martedì era stato il ministro delle Comunicazioni Hani Mahmoud. La crisi di governo quindi è reale, e Morsi dovrà faticare non poco per riuscire a superare le difficoltà di questi giorni.

Nonostante l’approvazione della Costituzione infatti, la posizione di Morsi resta ancora difficile e segnata dai gravi squilibri economici del paese. Domani Morsi dovrebbe pronunciare un discorso davanti al Consiglio della Shura, conferendole subito dopo poteri legislativi sulla base della nuova Costituzione. Secondo il quotidiano Ahram, Morsi dovrebbe affrontare nel suo discorso la serie di dimissioni che hanno caratterizzato gli ultimi giorni, inclusi il vicepresidente e il governatore della Banca Centrale egiziana.Lo stesso giornale ha riferito che se da una parte il discorso sarà il tentativo di dare soddisfazione ad alcuni alleati, dall’altra parte non neutralizzerà la generale preoccupazione dovuta all’aumento dei prezzi di numerosi beni e alla svalutazione di fatto della valuta egiziana.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top