Egitto. Morsi agli arresti. Esplode di gioia piazza TahrirTribuno del Popolo
domenica , 22 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Egitto. Morsi agli arresti. Esplode di gioia piazza Tahrir

Alle 16:30 italiane è scaduto l’ultimatum dell’esercito. Carri armati hanno presidiato la tv pubblica e tutti gli edifici pubblici mentre il presidente Mohammed Morsi veniva messo agli arresti domiciliari con divieto di espatrio. Esultano i manifestanti di piazza Tahrir.

Non ha voluto cedere Mohammed Morsi, e quindi l’esercito, allo scadere dell’ultimatum, ha messo in atto le minacce di prendere in mano la situazione. Avevano dato 48 ore al presidente i militari per trovare un’accordo con l’opposizione e dimettersi, ma Morsi ha invocato alla resistenza senza rendersi conto che a parte i suoi pasdaran aveva ormai polizia, esercito e maggioranza del popolo contro. La sua proposta di rimanere al suo posto e lanciare un governo di coalizione ha del grottesco, e non ha fatto che aumentare i rischi di una guerra civile. Così allo scadere dell’ultimatum le forze di sicurezza lo hanno posto agli arresti domiciliari e gli han imposto il divieto di espatrio. Oltre  Morsi non potranno lasciare il Paese il leader della Fratellanza Mohammed Badie e il suo vice Khairat al-Shater. L’azione sarebbe stata attuata in ottemperanza di un ordine di arresto nell’organizzazione di una fuga dalla prigione del 2011. Solo per far capire la portata del fronte anti-Morsi, la Bbc ha chiamato la folla che ha gremito piazza Tahrir come il più ampio assembramento per motivi politici della storia dell’umanità, con oltre 13 milioni di egiziani che sono scesi in piazza per contestare il presidente egiziano. Di fronte a ciò la parabola dei Fratelli Musulmani sembra essere giunta al capolinea anche se si teme che la situazione possa degenerare con violenze di tipo terroristico una volta che l’esercito porterà a termine il golpe.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top