Egitto.Morsi cede alla piazza, annullato il decreto su poteri presidente | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 21 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Egitto.Morsi cede alla piazza, annullato il decreto su poteri presidente

Il Fronte di salvezza nazionale, la principale coalizione dell’opposizione egiziana, si è riunita oggi per decidere che posizione assumere dopo la mossa a sorpresa del presidente Mohamed Morsi, che ieri notte ha annullato l decreto sui poteri presidenziali che ha infiammato proteste in tutto il Paese.

communists

E’ durato diciannove lunghi giorni il braccio di ferro tra le opposizioni e Mohamed Morsi, presidente egiziano nonchè leader dei Fratelli Musulmani accusato di aver cercato una involuzione autoritaria sulla falsariga del suo predecessore, quell’Hosni Mubarak contro cui scese in piazza tutto l’Egitto un anno fa. Morsi il 22 novembre aveva deciso di giocarsi le sue carte varando un decreto con il quale si auto-attribuiva poteri inarrestabili e incontrollabili. Le opposizioni laiche hanno deciso con furia e mobilitazioni continue al tentativo autoritario di Morsi, e negli scorsi giorni si sono verificati scontri violentissimi per le strade, che hanno causato diversi morti. A quel punto l’esercito ha diramato un comunicato nel quale, di fatto, invitava caldamente le parti a percorrere la strada del dialogo, altrimenti avrebbe preso in mano la situazione. Alla fine però Morsi ha ceduto, con l’Egitto sul baratro di una guerra civile, 6 morti e più di 500 feriti, il presidente ha annunciato il ritiro del controverso decreto del 22 novembre, quello con cui si attribuiva poteri giudicati dalla piazza “faraonici”. In realtà il decreto verrà sostituito con una nuova versione, ma il contestato articolo sui suoi poteri illimitati verrà stralciato, e questo è già un grande successo dell’opposizione laica egiziana. Morsi ha promesso anche una generica possibile apertura a eventuali emendamenti da aggiungere alla Carta dopo il voto, ma non ha ceduto invece sul referendum sulla nuova Costituzione, quella che prevede l’introduzione della Sharia e che è stata approvata da un’assemblea a totale maggioranza islamista.  Il referendum si terrà come previsto il 15 dicembre e, dicono i Fratelli Musulmani agli avversari, se dovessero vincere i no si ricomincerà da capo.

L’Opposizione non molla- Laici, liberali, nasseriani, comunisti, insomma tutti gli egiziani che non vogliono piegarsi alla torsione islamista di Morsi, continuano a tenere attive su social network, piazze, luoghi di socialità, le mobilitazioni. In molti anzi hanno commentato la decisione di Morsi di fare un passo indietro come del fumo negli occhi dal momento che anche senza decreto il procuratore generale Abdel Meguid Mahmud, sostitutio dall’amico dei Fratelli Musulmani Talaat Abdullah grazie ai poteri presidenziali garantiti da quel decreto, non verrà reinserito al suo posto. In molti non dimenticano come Morsi è riuscito a ottenere il potere, sfruttando il consenso dei liberali che hanno votato per lui turandosi il naso, pur di segnare una discontinuità nei confronti del’ex regime di Mubarak. Una volta ottenuta la vittoria però, Morsi ha fatto fuori i vertici dell’esercito e la magistratura, e ha approvato una Costituzione islamista che ha scatenato la rabbia di tutto il Paese.

Il ritiro del decreto può non essere abbastanza, ma è, per definizione, una concessione di Morsi, dal momento che era una delle domande chiave dell’opposizione”  ha osservato l’analista Shadi Hamid. Ma le prime dichiarazioni dei portavoce del Fronte di Salvezza Nazionale, guidato da Amr Moussa, Mohammed el Baradei e Hamdeen Sabbahi, vanno in direzione opposta: “Questo annuncio per noi non cambia nulla”. Ora la grande partita è quella del referendum, e il Fronte di Salvezza Nazionale dovranno cercare di far fallire l’approvazione della Costituzione, in modo così da riscriverla tutti assieme, laici compresi. Nella prossima settimana quindi si deciderà il futuro del Paese, se invece dovesse vincere il “sì”, il Paese verrebbe consegnato agli islamisti.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top