Egitto. Morti allo stadioTribuno del Popolo
sabato , 25 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Egitto. Morti allo stadio

In Egitto tra i 22 e i 30  ultras del Zamalek sono morti durante gliscontri avvenuti ieri durante la partita tra Zamalek e Enppi, due squadre della capitale egiziana.

Fonte: Oltremedianews

Versioni contrastanti. Da un lato la polizia denuncia che la frangia più estrema della tifoseria del Zamalek, i White Knights, “ha tentato di entrare senza biglietto e quindi siamo dovuti intervenire” ha affermato il Ministero dell’Interno egiziano.

Dall’altro lato la versione dei tifosi che nella pagina Facebook del gruppo chiamano i 22 morti “martiri” e accusano la polizia di aver compiuto un “massacro” premeditato: secondo i tifosi la polizia ha sparato a persone con in mano il biglietto per il ruolo politico rivestito dal gruppo ultrà, attivo nelle piazze della rivolta egiziana.

Ricordiamo dei 17 morti durante i festeggiamenti per l’anniversario della rivolta contro Mubarak del 25 gennaio scorso.

Molti ultras hanno partecipato alla rivoluzione del 2011 contro l’allora Presidente Moubarak. L’attuale Presidente al-Sisi, è la conseguenza del colpo di Stato del 3 luglio del 2013 con il quale si è messo fine al governo dei Fratelli Musulmani.

Al-Sisi è stato successivamente eletto Presidente della Repubblica Araba d’Egitto nel maggio 2014 con una maggioranza di voti pari al 96,91% del corpo elettorale. Ciò gli ha permesso di soffocare ogni opposizione, limitando la libertà di stampa e permettendo l’arresto degli oppositori politici in nome della stabilità e della lotta al terrorismo, e di assumere su di sé ogni potere: esecutivo, legislativo (l’ultimo Parlamento eletto fu sciolto da un tribunale nel 2012), di fatto giudiziario, militare. È stato insignito del grado di Feldmaresciallo.

Nicola Gesualdo

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top