Egitto. Notte di scontri tra musulmani e cristiani: 9 i morti | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 23 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Egitto. Notte di scontri tra musulmani e cristiani: 9 i morti

Notte di violenza in Egitto dove, vicino al Cairo, si sono registrati pesanti scontri tra musulmani e cristiani che hanno causato nove morti e un numero imprecisato di feriti. E il Paese rischia di nuovo di finire nel caos.

Nove morti e venti feriti. Questo il bilancio finale di una notte di violenti scontri settari esplosi nella notte a el-Khosous, località a nord del Cairo, e che sono continuati fino alle prime luci dell’alba. A riferirlo fonti locali della chiesa cristiana, secondo cui quattro dei morti sarebbero fedeli cristiani, uno musulmano, e altri tre di identità ancora sconosciuta. In base alle prime ricostruzioni gli scontri avrebbero interessato famiglie di musulmani e cristiani copti e sarebbero divampati a causa di alcune scritte, tra cui una croce, comparse sul muro di un istituto religioso musulmano. Nel corso degli scontri, l’abitazione di un musulmano è stata data alle fiamme e l’uomo che era al suo interno è morto. Secondo alcuni testimoni, il ritardo nell’intervento delle forze di sicurezza è stata la causa del degenerare della situazione. Anche il sito del quotidiano Al-Ahram ha confermato il numero delle vittime, mentre i feriti sarebbero tutti appartenenti a due famiglie del governatorato di Qalyubiya (40 km dal Cairo), sono 17 copti e tre musulmani.Una fonte della sicurezza ha riferito che gli agenti sul posto avrebbero arrestato 15 persone per gli scontri, evitando che venisse data alle fiamme la casa di un copto accusato di aver ucciso un musulmano. Sempre nella notte alcuni ignoti hanno appiccato un incendio contro una chiesa anglicana, e secondo diversi testimoni l’imam di una vicina moschea avrebbe utilizzato i megafoni per mobilitare la sua comunità in possesso di armi di fronte alla chiesa. Insomma nel Paese si respira ancora un clima da guerra civile, con la divisione tra laici, cattolici e musulmani, che rischia di dilaniare l’Egitto. Morsi, il presidente egiziano e leader dei Fratelli Musulmani, non sembra avere lo spessore intellettuale e umano per gestire una situazione drammatica. Per questo anche l’esercito assume nuova importanza soprattutto in ottica futura.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top