Egitto.Tensione e bombe, salvo per miracolo il ministro dell'InternoTribuno del Popolo
venerdì , 31 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Egitto.Tensione e bombe, salvo per miracolo il ministro dell’Interno

Sale la tensione in Egitto dove una autobomba è esplosa questa mattina tra le strade del Cairo colpendo un convoglio di veicoli. Salvo per miracolo il ministro dell’Interno Mohammed Ibrahim, mentre l’esercito lancia un’offensiva contro gli islamisti nel Sinai. 

Scia di sangue sull’Egitto dopo che una autobomba è esplosa stamattina in una strada del Cairo colpendo un convoglio di veicoli nel quale si trovava anche quella che  trasportava il ministro dell’Interno Mohammed Ibrahim, che e’ sopravvissuto all’attentato. A renderlo noto l’agenzia egiziana Mena, che ha precisato che l’esplosione avrebbe causato quattro feriti. L’attacco e’ avvenuto vicino alla casa del Ministro, nel quartiere Nasr City del Cairo, e al momento della deflagrazione “il veicolo era parcheggiato in strada”. Ma anche il governo egiziano ha deciso di reagire agli attacchi e ha operato diverse azioni contro gli islamisti attivi nel valico di Rafah. Quattro elicotteri Apache hanno bombardato le postazioni dei miliziani nella penisola del Sinai, uccidendone 15. Il valico di Rafah è stato teatro dei numerosi attacchi dei combattenti islamisti alle forze governative egiziane. I militari hanno fatto saltare in aria anche le abitazioni utilizzate come sbocco dei tunnel per il contrabbando di merci e armi. L’esercito vuole creare una zona cuscinetto sul confine. La situazione nel paese delle Piramidi è quindi sempre più esplosiva e il timore è che presto anche le milizie islamiche attive in Egitto passino all’azione portando a uno scenario sempre più simile a quello siriano, con conseguenze disastrose per tutta la regione.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top