Elezioni in Bolivia: favoriti Morales e il MASTribuno del Popolo
sabato , 22 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Elezioni in Bolivia: favoriti Morales e il MAS

La campagna elettorale per le prossime elezioni presidenziali e legislative del prossimo 12 ottobre in Bolivia è agli sgoccioli e tutto fa prevedere una significativa vittoria dell’attuale presidente e candidato Evo Morales e del Movimento per il Socialismo (MAS) che dispone di due terzi dei seggi nel Congresso.

da “Avante” | Traduzione di Marx21.it

Stando agli esiti dei tre sondaggi diffusi la settimana scorsa, Morales sembrerebbe largamente in testa con il 59 per cento delle intenzioni di voto, e con 40 punti di vantaggio sul più prossimo avversario, Samuel Doria, di Unità Democratica (UD). Secondo la legislazione boliviana, per ottenere la vittoria al primo turno il candidato deve ricevere più del 50 per cento dei voti validi o del 40 per cento, nel caso la differenza rispetto al candidato che si piazza al secondo posto sia superiore a 10 punti.

Alle elezioni sono presentate anche le candidature del Partito Democratico Cristiano (PDC), del Partito Verde della Bolivia (PVD) e del Movimento senza Paura (MSM).

Il MAS ha chiuso il 9 ottobre la sua campagna con un comizio nella città di El Alto, nel dipartimento di La Paz, in cui sono intervenuti Evo Morales e Alvaro Garcia Lineira.

Sotto la presidenza di Morales – che era arrivato al potere nelle elezioni del dicembre 2005, diventando il primo presidente di origine indigena, e che è stato rieletto nel dicembre 2009 – la situazione economica e sociale del paese è migliorata senza interruzioni. Considerata la nazione più povera dell’America del Sud, la Bolivia è cresciuta del 6,5% nel 2013, il miglior risultato negli ultimi tre decenni. Tra il 2007 e il 2012, la crescita annuale del PIL è stata del 4,8%. Per quest’anno, il FMI prevede che la crescita si attesti sul 5,5%.

Di orientamento socialista, il governo di Evo Morales mette al centro della propria iniziativa l’attuazione della riforma agraria, la nazionalizzazione dei settori chiave dell’economia e il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top