Emergency, Renzi e la polemica per la partita del CuoreTribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Emergency, Renzi e la polemica per la partita del Cuore

Emergency, Renzi e la polemica per la partita del Cuore

Polemiche su polemiche sulla Partita del Cuore del 19 maggio a causa della partecipazione, poi annullata a seguito delle polemiche dei grillini, del premier Matteo Renzi nella sua Firenze. Oltre le polemica però, cerchiamo di far luce sul significato della partita di beneficenza, dedicata ad Emergency. 

Si chiama “partita del Cuore” non a caso, si tratta di una partita amichevole che utilizza il calcio per raccogliere fondi per una nobile causa. In questo caso la nobile causa è quella di Emergency, cui è stata dedicata la partita del Cuore 2014 e a cui andranno i fondi raccolti. Alla partita il 19 maggio avrebbe dovuto partecipare a Firenze anche Matteo Renzi giocando assieme a giocatori come Batistuta, e Roberto Baggio, ma il Movimento Cinque Stelle ha voluto per la “par condicio” che Renzi rinunciasse ufficialmente a prender parte alla partita amichevole. Lasciamo le polemiche a Renzi e Grillo, di cui sinceramente non ci interessa assolutamente niente, e concentriamoci invece su quanto ha detto Emergency, che ha voluto commentare questa vicenda che la riguarda da vicino, come se fosse più importante la campagna elettorale per le Europee dell’incontro di beneficenza. Tralaltro Emergency in questo 2014 compie vent’anni, e noi pubblichiamo qui la nota scritta da Emergency e pubblicata sul profilo Facebook:

Quest’anno EMERGENCY compie vent’anni, vent’anni intensi durante i quali abbiamo costruito ospedali, formato il personale locale e curato oltre 6 milioni di persone in 16 paesi grazie all’aiuto di decine di migliaia di cittadini italiani. La Partita del Cuore è stata dedicata a EMERGENCY per festeggiare tutto questo, raccogliendo fondi a favore dei nostri progetti e facendo conoscere il lavoro della nostra associazione. Questo è il vero senso dell’iniziativa, non le polemiche politiche a cui abbiamo assistito negli ultimi giorni. Un’iniziativa di solidarietà non deve diventare un terreno di scontro. Per questa ragione, abbiamo ringraziato per la disponibilità il Presidente del Consiglio che ha avuto un gesto di attenzione non scontato per il nostro lavoro, ma in campo non ci sarà nessun politico. E ora vorremmo che le energie fossero dedicate a parlare di quello che facciamo, dall’Afghanistan all’Italia, per garantire cure gratuite a chi ne ha bisogno.”

Insomma, se Renzi e Grillo intendono utilizzare ogni episodio per rilanciare lo scontro politico in vista delle Europee, lo facciano. Ma evitino almeno di coprire in qualche modo l’immagine di Emergency.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top