Erdogan agli Usa: "Il vostro partner sono io o i curdi?"Tribuno del Popolo
domenica , 26 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Erdogan agli Usa: “Il vostro partner sono io o i curdi?”

Mentre la Turchia ha cominciato la costruzione di un campo profughi dal lato siriano della frontiera il presidente turco Erdogan ha lanciato un ultimatum alla Casa Bianca, intimando a Obama di scegliere tra lui e i curdi siriani. L’ennesima riprova di come considerare Ankara un “alleato” in Siria rischia di divenire un tragico errore. 

Quando in passato qualcuno sosteneva che la Turchia riteneva i curdi un problema maggiore di quello rappresentato dall’Isis in tanti lo avevano definito un provocatore. Oggi è lo stesso controverso presidente turco a confermarlo, rendendo quindi palese una frizione con Washington, fino a ieri considerato un saldo alleato di Ankara. Il Sultano Erdogan ha infatti preso molto male la visita dell’inviato speciale di Obama a Kobane, tale Brett McGurk, avvenuta nei giorni scorsi. Secondo Ankara infatti il Pyd e il suo braccio armato, l’Ypg, ovvero le donne e gli uomini che hanno materialmente difeso Kobane palmo a palmo dall’assalto dell’Isis, sarebbero da considerarsi alla stregua di terroristi. Non a caso gli stessi soldati turchi erano rimasti immobili al confine mentre lo Stato Islamico attaccava i curdi a Kobane, e teneva persino chiuso il confine.“Come possiamo fidarci di voi? Il vostro partner sono io o i terroristi a Kobane?”, ha domandato polemicamente Erdogan rivolgendosi agli americani, che in effetti sinora stanno tenendo il piede in due scarpe dialogando tanto con i curdi siriani, quanto con Ankara. Ma l’atteggiamento sempre più incomprensibile e autoritario di Erdogan potrebbe be presto portarlo a una frizione anche con Washington? Difficile da credere dato che in chiave antirussa gli americani hanno mostrato di guardare con molta simpatia proprio alla Turchia, ancor più che essendo un paese della Nato rappresenta un alleato naturale dell’Occidente. La sensazione però è che l’incostanza di Erdogan stia portando la situazione in Medio Oriente a un punto di non ritorno.

Photo Credit

gB

Tribuno del Popolo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top