Eurogruppo: preoccupazione per il risultato del voto italiano | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 14 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Eurogruppo: preoccupazione per il risultato del voto italiano

I mercati guardano con attenzione alla riunione dell’Eurogruppo di oggi pomeriggio a Bruxelles. Al’ordine del giorno il salvataggio di Cipro e le reazioni al voto italiano, lette in Europa come una bocciatura ai piani di austerità e crescita.

Parlamento-Europeo-Strasburgo

Fonte: Oltremedianews

Nel pomeriggio di oggi a Bruxelles si riuniranno i ministri dell’economia dei paesi della zona Euro.  Primo punto all’ordine del giorno: l’abbondante iniezione di liquidità (si parla di 18 miliardi) per salvare Cipro dal fallimento. Dopo il ballottaggio di domenica scorsa, di fatto un referendum sull’accettare o meno le misure di austerity richieste dall’Europa per salvare l’isola dalla bancarotta, è stato infatti eletto nuovo presidente delle Repubblica di Cipro l’avvocato Nicos Anastasiades, leader della formazione di centrodestra Unione Democratica (Disy), candidato assai vicino alla Merkel, e sostenitore del piano di salvataggio “offerto” dall’Europa. Ma a catalizzare l’attenzione dei ministri della Finanze è l‘Italia post voto. Molti in Europa hanno interpretato il voto italiano come un sostanziale referendum contro le politiche di austerità e rigore imposte dalla UE. Venerdì scorso la Merkel ha espresso le sue preoccupazioni in tal senso: “Sembra che dopo il voto italiano l’alternativa dell’Europa sia tra i programmi di austerità e rigore di bilancio e la crescita. Ma è una premessa sbagliata”, mentre dalle pagine di Der Spiegel le fa eco il commissario Ue agli affari economici Olli Rhen: “Non risolveremo i nostri problemi accumulando nuovo debito su quello esistente”. Da parte loro le Borse del vecchio continente hanno reagito con preoccupazione al risultato del voto italiano. Nella settimana passata Piazza Affari ha perso circa tre punti e mezzo, e stamattina all’apertura, appesantiti dalle banche, il Ftse Mib segnava una flessione dell’ 1,2%, mentre il Ftse Italia All-Share perdeva 1,1 punti percentuali. Negative anche le altre borse europee, Parigi -0.1, Londra -0.3 e Francoforte -0.4. In calo l’Euro, che scende sotto quota 1,3 contro il dollaro e segna 1,2989, mentre lo spread va sopra i 340 punti e torna a salire dopo la chiusura di venerdì scorso. La cedola dei titoli italiani sul mercato secondario è invece del 4,85%. Insomma, belle rogne per i cervelloni dell’economia.

    Ileana Alessandra D’Arrissi
Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top