Europa. Ancora preoccupante aumento della povertàTribuno del Popolo
sabato , 27 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Europa. Ancora preoccupante aumento della povertà

C’è da segnalare ancora un aumento della povertà. Secondo l’Eurostat il numero delle persone a rischio povertà  in Italia sarebbe aumentato al 28,1%, un dato in continua crescita almeno dal 2008. A livello europeo la situazione è ugualmente preoccupante con un aumento della povertà salito dal 23,8% al 24,4%. 

Anche se non fa nemmeno più notizia la percentuale delle persone  a rischio povertà ed esclusione sociale secondo i dati Eurostat sarebbe in netto aumento. Dal 2008 al 2014 il dato delle persone considerate povere è aumentato del 2,8% e le persone che vivono in famiglie a basso reddito sono aumentate dal 18,7% al 19,6%. Aumentato anche il numero di persone che soffre di forti privazioni materiali dal 7,5% all’11,5%, e anche il numero di chi si ritrova in una situazione familiare a bassa intensità di lavoro, dal 9,8% al 12%. Peggio dell’Italia c’è la Grecia, paese che ha visto un aumento delle persone sotto la soglia di povertà pari a 8 punti, dal 28,1% del 2008 al 36% del 2014. Anche la Spagna si classifica in fondo con un aumento della povertà del 4,7% seguita da Cipro con il 4,1%, , da Malta con il 3,7%, dall’Ungheria con il 2,9% e poi dall’Italia con il 2,8%. I paesi che si sono contraddistinti per un minor rischio di povertà sono Repubblica ceca  (14,8%), Svezia (16,9%), Olanda (17,1%), Finlandia (17,3%) e Danimarca (17,8%). Se si guarda invece l’Europa nel suo complesso il numero di persone in difficoltà è aumentato dal  23,8% al 24,4%. Le cifre dunque parlano di una situazione molto preoccupante sia in Italia che in Europa, e nonostante le ultime trionfalistiche uscite del governo una inversione di tendenza non sembra purtroppo essere all’ordine del giorno.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top