Europa. La Merkel ammonisce Atene: "No alla cancellazione del debito"Tribuno del Popolo
venerdì , 21 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Europa. La Merkel ammonisce Atene: “No alla cancellazione del debito”

Dopo che Alexis Tsipras ha trionfato con Syriza e ha realizzato il governo anche con l’appoggio della destra dei Greci Indipendenti, il nuovo ministro delle Finanze di Atene, Yanis Varoufakis, ha fatto chiaramente capire all’Eurogruppo di voler rinegoziare il debito della Grecia. Angela Merkel è intervenuta chiarendo che Berlino non intende fare nessuno sconto alla Grecia. 

Tsipras ha trionfato sulla base del suo programma. In un Paese messo in ginocchio dall’austerity e dalla crisi economica degli ultimi quattro anni Tsipras è riuscito prima a ricompattare la sinistra ellenica e poi a proporre un programma innovativo, ovvero quello di  vincere le elezioni, formare un governo e rovesciare il tavolo in Europa. Non un’impresa facile dal momento che l’Ue e la Germania si sono sempre opposti a ogni rinegoziazione del debito dei paesi membri, e sicuramente nessuno avrà esultato vedendo il trionfo di Syriza alle ultime elezioni. E dopo la vittoria Tsipras ha mostrato di non voler scherzare e ha realizzato subito il governo utilizzando l’appoggio dei Greci Indipendenti, partito di destra radicale che però condivide con Syriza l’avversione all’austerity. Del resto quella di Tsipras è una vera e propria scommessa dal momento che non è sicuro che l’Europa accetterà di rinegoziare il debito ellenico. Lo pensa ad esempio il Kke, il partito comunista ellenico che ha giudicato di non appoggiare il suo governo dal momento che ritiene, a torto o a ragione, che la via del riformismo delle istituzioni europee sia fallimentare. Syriza pensa invece che valga la pena provarci e l’energico ministro delle Finanze di Atene, Yanis Varoufakis, ha subito sbattuto la porta in faccia alla Troika facendo capire durante un incontro con il numero uno dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, che ad Atene non si scherza. Ma non scherza nemmeno Berlino dal momento che Angela Merkel si è detta subito molto preoccupata per la situazione e dalle pagine del giornale Hamburger Adenblatt ha ribadito la posizione del governo tedesco di totale contrarietà a riduzioni del debito greco. La Merkel ha ricordato come sia già avvenuto un condono volontario dei creditori privati e ha chiarito in modo inequivocabile come la Germania non ritenga opportuna una nuova cancellazione del debito. E ovviamente anche il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, ha subito ribadito la sua posizione con una intervista a Welt nella quale ha chiarito che se fosse un politico responsabile greco non farebbe alcun dibattito su tagli del debito. Tutto questo avviene dopo che Varoufakis nel corso dell’incontro con Dijsselbloem aveva annunciato che la Grecia non collaborerà più con la Troika e non chiederò l’estensione degli aiuti che scadono il 28 febbraio.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top