Europa. L'Olanda dice "no" all'Ucraina nell'UeTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Europa. L’Olanda dice “no” all’Ucraina nell’Ue

In Olanda il 62% dei votanti al referendum sull’accordo Ue-Ucraina  ha votato “no” contro il 38% dei “sì”. Una bocciatura in piena regola che però non ferma il presidente ucraino Poroschenko, deciso ad andare avanti comunque nel suo percorso di avvicinamento all’Ue. 

L’Olanda ha deciso di dire no all’accordo di associazione tra Ue ed Ucraina nel referendum fortemente voluto dai cosiddetti euroscettici, e lo ha fatto in modo molto netto al punto che il 61,1% dei partecipanti al referendum hanno votato “no” contro il 38% del sì. Dunque gli olandesi non sono affatto favorevoli all’ingresso di Kiev in Europa ma questo non ha certo fermato il magnate del cioccolato Petro Poroschenko, presidente ucraino, che ha anzi detto di voler proseguire a tutti i costi il percorso di avvicinamento all’Ue. Del resto Poroschenko è diventato presidente dell’Ucraina proprio per questo motivo ma in Europa non sembra che ci sia molto entusiasmo verso questa eventualità. Wilders, deputato di estrema destra olandese, ha commentato rimarcando come gli olandesi abbiano detto “no” all’elite europea, e ora il leader del governo olandese Mark Rutte dovrà capire come affrontare la situazione dato che esattamente un anno fa il Parlamento olandese aveva ratificato l’accordo con Kiev allo stesso modo degli altri 27 Stati membri dell’Ue. Il presidente Juncker inoltre si è detto triste per il risultato del referendum olandese contro l’accordo europeo con l’Ucraina, ma anche questo non sorprende dato che l’Ue ha deciso di appoggiare Kiev e di addossare ogni colpa della vicenda ucraina a Mosca in modo del tutto autonomo e senza chiederne conto a nessuno. Evidentemente però non tutti i popoli europei sono entusiasti dell’ingresso dell’Ucraina nell’Ue.

Tribuno del Popolo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top