Europa. Per la Germania l'Ue sarebbe pronta ad andare avanti anche senza la GreciaTribuno del Popolo
venerdì , 15 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Europa. Per la Germania l’Ue sarebbe pronta ad andare avanti anche senza la Grecia

Mentre la Grecia aspetta febbrilmente la data del 25 gennaio per sapere come il suo futuro cambierà in base all’esito delle urne e sono già cominciate le pressioni per condizionare il voto dei greci, si vocifera che la Germania sarebbe convinta che l’Unione Europea potrebbe sopravvivere anche se ne uscisse il paese ellenico. 

Il 25 gennaio si deciderà il futuro della Grecia che potrebbe anche essere per certi il versi il futuro dell’Europa. La situazione del paese ellenico è infatti delicatissima e le pressioni della stampa internazionale e dei governi europei è molto alta, dal momento che il rischio è che possa vincere Syriza di Alexis Tsipras, la sinistra contraria all’austerity che pur volendo mantenere Atene nell’Ue vorrebbero ridiscutere il debito e programmare una crescita. Chiaramente Tsipras non piace per niente a paesi come la Germania che invece vorrebbero imporre la loro politica di tagli a tutta Europa e non hanno alcuna intenzione di fare sconti. Anzi, secondo il quotidiano autorevole tedesco Spiegel, la cancelliera Angela Merkel e il ministro dell’eeconomia Schaeuble, sarebbero convinti che l’Ue potrebbe resistere e sopravvivere anche a seguito di un’uscita della Grecia. In sostanza a Berlino credono che i rischi di contagio della crisi ellenica ad altri paesi dell’Ue sia in qualche modo diminuita, di conseguenza la Grecia potrebbe uscire dall’Ue senza che altri paesi come Italia, Spagna, Portogallo e Cipro ne vengano automaticamente danneggiati come una sorta di effetto domino. In molti invece sono convinti che sia un bluff, ovvero un modo per condizionare e spaventare i cittadini ellenici mostrando loro come l’unica via di salvezza sia quella di votare per i conservatori pronti a fare ogni sacrificio pur di accontentare i debitori. Del resto proprio la Grecia nel corso degli ultimi quattro anni ha subito tagli draconiani come condizione degli aiuti alla sua economia; basti pensare che Atene fin qui ha perso qualcosa come il 25% del proprio Pil e viaggia con percentuali di disoccupazione allucinanti. Tutti i sacrifici sin qui fatti dai greci però sarebbero stati inutili a sentire la Germania, che ora sarebbe anche pronta a voltare pagina e togliere la zavorra greca. Insomma sembra molto un monito, una sorta di segnale inviato ad Atene affinchè dalle urne non esca vincitore Tsipras, altrimenti l’Ue sarebbe costretta a parlare e a sedersi un tavolo con la Grecia per discutere una ristrutturazione del debito che comporterebbe de facto una perdita di oltre il 70% della cifra prestata dagli altri paesi dell’Ue. Insomma se Tsipras e i greci sceglieranno di ridiscutere il debito è anche probabile che Berlino dica “no grazie” buttando la Grecia direttamente fuori dall’Eurozona.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top