F-35. Ancora incidenti e le autorità Usa sospendono i voliTribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

F-35. Ancora incidenti e le autorità Usa sospendono i voli

Il 4 luglio l’aviazione Usa ha bloccato tutti i voli degli F35 a causa di un incidente avvenuto in una base in Floridia. Le autorità hanno per il momento deciso di sospendere tutti i voli e il Pentagono ha promesso nuove indagini. Insomma i famigerati F35 sembrano sempre di più dei bidoni dei cieli. 

Il 4 luglio in Florida è avvenuto l’ennesimo incidente a uno dei famigerati F35 e a scopo precauzionale le autorità hanno dovuto sospendere tutti i voli. Un banale incidente? Possibile ma a non essere banale non è tanto l’incidente in sè quanto che sia capitato a un F35, quello che sarebbe dovuto essere un gioiellino dei cieli e che invece sembra, sempre di più, una sorta di bidone dei cieli. Inizialmente in molti pensavano che le critiche al velivolo della Lockheed Martin fossero prevenute o comunque parziali, eppure con il passare dei giorni e dei mesi le critiche hanno trovato sempre più agganci alla realtà al punto che ora anche le autorità americane e il Pentagono hanno affermato di voler effettuare ulteriori indagini dopo l’ennesimo incidente. Nemmeno due settimane prima infatti era scoppiato un incendio a bordo di un F35 che aveva anche perso alcuni pezzi sulla pista. Alcuni velivoli avrebbero anche dovuto attraversare l’Atlantico per partecipare al Farnborough International Airshow e al Royal International Air Tattoo nel Regno Unito, e ora non è scontato che parteciperanno viste le recenti vicissitudini. La nostra partecipazione al progetto non è in discussione. Ma, allo stesso tempo, considero impossibile che si possa procedere all’acquisto anche di un solo aereo senza che ci sia un riconoscimento unanime della sicurezza e della praticabilità di questo strumento“, ha commentato il capogruppo Pd in commissione Difesa alla Camera Gianpiero Scanu, che ha rilanciato la proposta di moratoria sugli F35 chiedendo un dimezzamento delle spese. E già questo la dice lunga dal momento che alla luce dei recenti dossier tecnici sul velivolo sarebbe troppo anche solo acquistarne uno solo! Ovviamente, e non vogliamo essere ripetitivi, bisognerebbe investire tutti quei miliardi in scuola e lavoro, ma Barack Obama in visita a Roma qualche mese fa era stato chiaro nel ribadire che la pace non è gratis, il che tradotto significa che il nostro governo potrebbe non avere altra scelta in quanto ricattato dagli Stati Uniti. Al momento il ministro della Difesa Pinotti ha dichiarato che il programma di acquisto degli F35 rimane sospeso fino a quando non verrà messo a punto il Libro Bianco della Difesa, ma la sensazione è che se la Casa Bianca si impunterà, nessuno a Roma avrà il coraggio di opporsi. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top