Farc. Scontri tra guerriglieri ed esercito mettono a rischio i negoziati | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 28 giugno 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Farc. Scontri tra guerriglieri ed esercito mettono a rischio i negoziati

Nonostante i negoziati di pace  tra Farc e governo vadano avanti ormai da qualche tempo a Cuba, in Colombia il conflitto sembra rinfocolarsi negli ultimi giorni. Ieri ben sette soldati sono stati uccisi dalle Farc a Caqueta, e ora il tavolo delle trattative rischia di saltare.

FARC ri

Mentre i negoziati vanno avanti in qualche modo a Cuba tra emissari delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc), e governo, sul terreno, in Colombia, il conflitto tra Farc e forze governative sembra riaccendersi a fiammate, allontanando così la speranza di una storica pace. Ieri, in una zona rurale della provincia meridionale di Caqueta, almeno sette soldati sono stati uccisi e altri cinque feriti nel corso di un attacco organizzato dalle Farc. Dopo una tregua unilaterale  mantenuta dalle Farc per alcuni mesi ma mai rispettata dai soldati, i ribelli stanno cominciando a farsi sentire, mostrando così di essere ancora in grado di opporre resistenza. D’altronde la tregua è scaduta e i giochi sono potenzialmente aperti, nonostante le trattative cubane. Le Farc dispongono ancora di oltre 10.000 uomini in armi, e la sensazione è che non resteranno ad attendere l’esito delle trattative con le mani in mano nei prossimi giorni, soprattutto alla luce del fatto che l’esercito ha continuato con arresti e requisizioni anche nel corso della tregua. Sulla base di una ricostruzione governativa, i militari uccisi ieri facevano parte di un gruppo inviato per prevenire un attacco pianificato dalle Farc contro il villaggio di San Antonio de Getucha.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Nessun commento

  1. Gli unici a non voler nogoziatidi pace, sono gli USA.
    L’hanno dichiarato in mille modi. Non vogliono sapere delle FARC che potrebbero condizionare il mercato della coca, a cui gli USA non intendono lasciare sotto il loro controllo.
    Saluti

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top