Fascisti sull'Ilva, alla Sapienza scontri dopo il convegno | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Fascisti sull’Ilva, alla Sapienza scontri dopo il convegno

Un gruppo di destra, Azione Universitaria, aveva organizzato per oggi un’iniziativa sull’Ilva di Taranto. “Chi ha creato questo disastro non può darci lezioni” la risposta degli studenti.

fascismo

Fonte: Oltremedianews


 Oggi c’erano tutti da Fratelli d’Italia a fascisti con tanto di caschi e cinte ad animare un pacifico giorno nella facoltà di Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Il gruppo universitario Azione Universitaria aveva indetto un convegno per la giornata di oggi dal titolo “ILVA tra sviluppo, ambiente e lavoro” con ospiti Fabio Rampelli, deputato di Fratelli d’Italia e Angelo Bonelli dei Verdi, che però ha declinato in nome del suo spirito antifascista. Dalle otto di questa mattina, però, i collettivi avevano organizzato la loro pacifica protesta con striscioni e slogan contro “gli sciacalli che hanno distrutto Taranto”.
“Questa iniziativa è una proposta vergognosa – dicono gli studenti di Giurisprudenza e i collettivi in un volantino – ed è portata avanti da parte dei partiti che hanno sostenuto e approvato i provvedimenti di austerity, la riforma Gelmini, finti sostenitori di un ecologismo “da giardinaggio” per essere poi complici dello scempio sulla Tav e sull’Ilva, improvvisamente a ridosso dell’ultima tornata elettorale si scoprono essere paladini di ambiente, lavoro e sviluppo. E in un clima di campagna elettorale permanente vengono a raccattare consensi alla Sapienza. Non possono darci lezioni.”

In un clima da anni ’70 i contestatori antifascisti si rivolgevano contro i fascisti e contro un partito che al primo punto bypassa l’ambiente per lo sviluppo economico, Fratelli d’Italia, appunto.
Alla fine del convegno si arriva così allo scontro poichè nell’atrio i fascisti si fanno trovare incappucciati e schierati. Gli studenti, così, spingono i fascisti ad andarsene tra cori e contestazioni vibranti di tutta la facoltà. “Non tornate più” gridano alcuni “Qui si studia legge e voi siete contrari ad essa” si sente tuonare.
Intanto i collettivi allegano un comunicato che chiude la vicenda, si spera, definitivamente:

“Oggi nella facoltà di Giurisprudenza Azione Universitaria ha organizzato un convegno dal titolo “ILVA tra sviluppo ambiente e lavoro” con invitati l’on. Rampelli dei Fratelli d’Italia e il segretario dei Verdi Bonelli. Gli studenti della facoltà e dell’Ateneo hanno deciso di contestare l’iniziativa convocata da “loschi figuri” che non hanno mai partecipato alla vita politica e sociale della facoltà.

Queste persone, infatti, si permettono di trattare l’argomento Ilva nonostante abbiano sostenuto durante il governo Monti le politiche d’ austerity e il decreto “salva- ILVA” e che abbiano basato la loro campagna elettorale su una propaganda omofoba e razzista. Non concediamo spazi a questi argomenti e soprattutto neghiamo indiscutibilmente l’accesso a questo persone a qualsiasi spazio dell’Ateneo. Gli studenti di Azione Universitaria nonostante sappiano di non essere accettati da
un Ateneo che ripudia qualsiasi forma di fascismo, ogni anno si ripresentano e ogni anno vengono mandati via con determinazione. Abbiamo contesto il convegno spiegando a tutti gli studenti della facoltà le ragioni della contestazione e l’indiscutibilità del sentimento antifascista che ci unisce.

L’atteggiamento aggressivo che hanno dimostrato all’uscita dal convegno è stato fermato sul nascere e sono stati prontamente cacciati e mandati via dall’Ateneo. In risposta all’on. Rampelli, diciamo che per l’ennesima volta l’unica violenza che vediamo è quella di imporre a La Sapienza, da sempre antifascista, la presenza di gente che ha seminato nel nostro paese omicidi e stragi che nessuno di noi può dimenticare. A dieci anni dalla morte di Dax oggi più che mai rivendichiamo con forza che siamo TUTT*ANTIFASCIST*. Che Rampelli si metta l’anima in pace, fascisti, omofobi e razzisti non avranno alcuno spazio all’interno dell’Università.”
Studenti e studentesse della Sapienza.”    
                                                                                                                              
   Benedetto Monteleone

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top