Fidel Castro pronuncia un discorso d'addio all'VII Congresso del PCCTribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Fidel Castro pronuncia un discorso d’addio all’VII Congresso del PCC

Fidel Castro si è presentato a sorpresa nella sessione di chiusura del VII Congresso del Partito Comunista Cubano. Grande la commozione nel vederlo lì, osannato, annunciare che potrebbe essere l’ultima volta che si rivolgeva ai suoi compagni. Fidel ha rivendicato le sue radici marxiste-leniniste e soprattutto ha lanciato un messaggio di speranza al mondo: “Non dovranno passare altri 70 anni perché avvenga un altro fatto come la Rivoluzione Russa, perché l’umanità possa disporre di un altro esempio di grandiosa rivoluzione sociale”.

Un uomo, un gigante, un rivoluzionario. Fidel è stato tutte queste cose e continua a esserlo, nonostante in tanti abbiano cercato nel corso degli anni di intorbidire le acque e gettare fango sulla sua figura. Con la sua consueta umiltà, ma anche con il suo consueto piglio, Fidel si è presentato a sorpresa nella sessione di chiusura del VII Congresso del Partito Comunista Cubano (PCC). Osannato dal pubblico Fidel ha fatto un discorso storico e commovente nel quale ha annunciato di essere giunto forse all’ultimo discorso rivolto ai suoi compagni.

Ne ha approfittato però per rivendicare con forza le sue radici marxiste-leniniste e per ribadire il senso della sua vita, della sua lotta. L’ex presidente cubano ha preso posto accanto a suo fratello Raul, l’attuale presidente, anche lui un eroe della Revoluciòn. Vengono quasi i brividi a pensare che Fidel e Raul a differenza di tanti capi di stato hanno strisciato nella giungla con il loro fucile e hanno fatto, letteralmente, la storia.

Forse questa è una delle ultime volte che parlerò in questa sala”, ha detto, ricordando che “fra poco compirò 90 anni e sarò come tutti gli altri: per tutti giunge la nostra ora, ma comunque sia rimarranno le idee dei comunisti cubani, a dimostrazione che in questo pianeta, se si lavora con fervore e dignità, si possono produrre i beni materiali e culturali di cui hanno bisogno gli esseri umani“, ha detto Fidel Castro (Fonte Ansa), ma non solo. L’ex Lider Maximo ha lanciato anche un messaggio di vera speranza per il futuro:  ”Non dovranno passare altri 70 anni perché avvenga un altro fatto come la Rivoluzione Russa, perché l’umanità possa disporre di un altro esempio di grandiosa rivoluzione sociale“.

A differenza di tanti Fidel Castro non ha vergogna del proprio passato, non a caso ha ricordato con orgoglio come da giovane si sia impegnato senza remore nello studio del marxismo leninismo completamente da autodidatta ma “confortato da una totale fiducia nell’Unione Sovietica“. Insomma un gigante, coerente fino alla fine, consapevole del messaggio vivente trasmesso dalla sua persona anche solo comparendo di fronte alle telecamere. Un uomo straordinario di cui sentiremo tutti la mancanza.

Tribuno del Popolo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top