Fiom-Cgil a Roma protestano davanti alle istituzioni contro la crisiTribuno del Popolo
lunedì , 24 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Fiom-Cgil a Roma protestano davanti alle istituzioni contro la crisi

La Fiom-Cgil manifesta di fronte al Ministero dello Sviluppo Economico di Roma contro gli esuberi e la gestione  della crisi che da tempo sta interessando il settore metalmenccanico in Italia.

Nella giornata di ieri si è tenuta una importante mobilitazione degli operai della Fiom-Cgil proprio di fronte al Ministero dello Sviluppo Economico. Soffocata mediaticamente dalla presenza dei Forconi, la protesta del sindacato ha riguardato gli esuberi e la gestione della crisi industriale che sta flagellando l’Italia. La Fiom ha organizzato un’azione simbolica e gli organizzatori hanno voluto allestire di fronte al palazzo ministeriale un altro muro composto da diversi scatoloni sui quali sono stati scritti i nomi delle aziende che hanno annunciato licenziamenti e riconversioni.Tra le ditte menzionate compaiono ovviamente l’Ilva di Taranto con 11.000 esuberi, la Fiat con oltre 15.000 lavoratori a rischio tra gli stabilimenti di Melfi, Mirafiori e Cassino. Il nome della campagna lanciata dalla Fiom è “Il lavoro è un bene comune” per portare in piazza le tematiche vicine al lavoro:La difesa del lavoro, il blocco dei licenziamenti, una nuova politica industriale e di investimenti, il rifinanziamento ed estensione degli ammortizzatori sociali e dei contratti di solidarietà”. Landini intanto nella giornata di oggi è stato ricevuto dal premier Letta, e Landini ha chiesto maggiori tutele per la cassa integrazione in deroga che non dovrà essere in alcun modo ridotta. La Fiom ha anche chiesto di ragionare sulle riforme degli ammortizzatori sociali ma riportando l’attenzione sui temi del lavoro. Sui forconi Landini ha espresso perplessità ribadendo però l’emergenza sociale del Paese.

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top