Forza Italia? Meloni e La Russa si ammutinano | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
domenica , 24 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Forza Italia? Meloni e La Russa si ammutinano

Dopo la notizia del ritorno in campo di Silvio Berlusconi la deputata del Pdl Giorgia Meloni e il coordinatore nazionale del Pdl, Ignazio La Russa, hanno fatto chiaramente capire di non approvare la scelta di tornare alla formula di Forza Italia. Si va verso una clamorosa scissione?

“Io in ‪Forza Italia non ci vado. Alleati sì, sottomessi mai“: questo il battagliero proclama di Giorgia Meloni, ex ministro e deputata Pdl che ha affidato a Twitter il suo pensiero dopo la notizia della ridiscesa in campo di Silvio Berlusconi come leader della destra italica.  L’ex premier nei giorni scorsi aveva concesso un’intervista al giornale tedesco Bild nella quale aveva ammesso candidamente di voler cambiare il nome del Pdl in Forza Italia, un ritorno all’antico che però non è piaciuto a molti dei colonnelli del partito di Silvio Berlusconi. Anche per questo, dopo le rimostranze nemmeno troppo velate di alcuni esponenti del suo partito, Berlusconi almeno ha parole è dovuto tornare indietro: “Nell’intervista apparsa sul giornale Bild, l’idea del cambio di nome dal Popolo delle Libertà a Forza Italia è stata equivocata trattandosi, com’è logico ed evidente non già di una decisione assunta, ma solo di un’idea, di una proposta, da discutere e da verificare nelle sedi proprie“, ma oramai la frittata era bella e che fatta. Finora Silvio Berlusconi ha sempre potuto contare sull’appoggio fraterno di Ignazio La Russa, uno che da Alleanza Nazionale si è trovato subito a suo agio nella sua nuova casa del Popolo delle Libertà. Forse troppo a suo agio dato che La Russa, oggi coordinatore nazionale del Pdl, ha detto di considerare  l’eventuale ritorno del partito al nome Forza Italia come una scelta sbagliata: “Il problema del nome è solo indicativo di un programma e di un progetto. Certamente non credo che ci sia una decisione in tal senso che per me sarebbe una decisione sbagliata”. La Russa ha poi chiosato il suo pensiero: “Abbiamo accettato di buon grado la ricandidatura di Berlusconi come la migliore per difendere l’operato dei suoi Governi, ma non siamo disposti a dimenticare che abbiamo un progetto voluto dallo stesso Berlusconi“. Insomma c’è maretta nel centrodestra italiano , ce la farà Silvio a tenere insieme i pezzi prima che sia troppo tardi?

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top