Francia. E' la sconfitta dei socialisti. Si salva solo ParigiTribuno del Popolo
giovedì , 23 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Francia. E’ la sconfitta dei socialisti. Si salva solo Parigi

Ampiamente preventivato il crollo dei socialisti  nelle municipali francesi con la vittoria della destra moderata dell’Ump e  il crollo verticale dei socialisti di Hollande, che almeno tengono Parigi. Avanza  il Front National di Marine Le Pen, ma senza sfondare. 

La Francia si è svegliata questa mattina sapendo che i socialisti di Hollande hanno subito un colpo durissimo, e peraltro anche ampiamente preventivato. Il vero vincitore delle elezioni non è la Le Pen, come alcuni quotidiani suggeriscono, bensì l’Ump, la destra moderata, che due anni dopo la vittoria di Hollande alle elezioni presidenziali ha costretto il presidente a effettuare un rimpasto di governo in vista delle europee, con il ritorno annunciato di Segolene Royal. L’unica vittoria degna di nota dei socialisti è quella di Parigi, con Anne Hidalgo che tiene e vince le elezioni come sindaco della Capitale. Sarà la prima donna sindaco di Parigi dopo aver vinto contro la temibile avversaria dell’Ump Nathalie Kosciusko-Morizet . Un piccolo sorriso dunque per i socialisti ma che non cancella minimamente la sconfitta subita a livello nazionale, segnata più che altro anche dalla vittoria dell’astensionismo che ha raggiunto ormai il 40%. Soprattutto la sinistra perde comuni storici come Roubaix, Angers, La Roche-sur-Yon, Nevers, Quimper, Bastia, addirittura Limoges, che aveva un sindaco di sinistra da oltre un secolo, dal 1912. La Le Pen, che non si è candidata ovunque col suo Front National, ha raggiunto il 6,84% conquistando circa quattordici municipi ma perdendo ad Avignone. a Forbach, in Mosella, e a Perpignan, dove si era candidato il compagno della Le Pen, Louis Aliot. Se la ride dunque l’Ump, che sembrava ormai a pezzi dopo l’uscita di scena di Sarkozy, vittima di un presidente, Copè, che non possiede il carisma del suo predecessore. L’Ump si è dunque laureato il primo partito di Francia, con molti che accusano la stampa transalpina di aver esagerato il pericolo Le Pen, rafforzando così la destra moderata. Non è andato male invece il Front de Gauche della sinistra radicale di Jean-Luc Mèlenchon che si è conquistata il sindaco di Montreuil. Ora Hollande con il rimpasto dovrà per forza di cose tenere conto dei rapporti di forza modificati nel Paese, con il rischio che in vista delle Europee la demagogia No Euro della Le Pen possa sfondare tra i francesi.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top