Francia. Hollande cade nell'abisso tra scandali e sondaggi negativiTribuno del Popolo
domenica , 17 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Francia. Hollande cade nell’abisso tra scandali e sondaggi negativi

Si mette male per Hollande che è travolto dall’ultimo scandalo ovvero un libro scritto dalla ex compagna che ha già venduto 200.000 copie e rischia di mettere ulteriormente alla berlina la sua immagine già compromessa. Come se non bastasse solo il 13% dei francesi sembra giudicarlo positivamente. Un record negativo.

Quando Hollande era stato eletto in molti si erano illusi che la sinistra, la gauche, avesse finalmente un governo vero in un paese importante come la Francia, il contesto ideale per imprimere al governo di Parigi una svolta rispetto alla gestione di Sarkozy. E invece Hollande si è presentato come un presidente debole e che ha solo portato avanti le guerre già cominciate da Nicolas Sarkozy, anzi lo ha persino superato continuando con un protagonismo militare francese in Africa e in Medio Oriente che ha finito per alienare ulteriori consensi all’Eliseo. Tutto questo per non parlare degli scandali personali che hanno travolto il presidente, non ultima la storia sulle sue scappatelle coniugali che lo hanno messo alla pubblica berlina. L’ultimo scandalo è stata la pubblicazione di un libro da parte della ex compagna, un libro che è andato letteralmente a ruba vendendo oltre 200.000 copie in meno di due giorni. Ovviamente è un libro zeppo di dettagli privati sul presidente, che ha subito quindi un duro smacco personale ancor più che la sua ex compagna ha scritto nel libro che il presidente avrebbe mancato di rispetto ai poveri chiamandoli “senza denti”. Hollande ha provato a rimandare al mittente accuse e battutine sostenendo di essere al servizio dei francesi, soprattutto quelli più umili, ma ormai la sua immagine è stata duramente intaccata. Come se non bastasse i sondaggi affossano sempre di più Hollande, con una popolarità che sarebbe scesa ai minimi storici con solo il 13% dei cittadini che giudicherebbe il suo operato positivamente. Finora un livello così basso di consenso nei confronti di un presidente non si era mai visto. Tutto questo senza contare lo scandalo, anch’esso successivo, delle dimissioni di un sottosegretario in odore di evasione fiscale.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top