Fukushima. E' di nuovo allarme rossoTribuno del Popolo
lunedì , 22 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Fukushima. E’ di nuovo allarme rosso

In Giappone il livello di radiazioni nei pressi del reattore di Fukushima ha ampiamente superato la soglia di guardia ed è ora 18 volte più alto rispetto al 22 agosto. Con questa quantità una persona potrebbe morire in meno di quattro ore.

La Tepco, ormai tristemente nota per le comunicazioni che riguardano il reattore di Fukushima colpito dallo Tsunami del 2011, ha fatto sapere che il livello  di radiazioni nei pressi del serbatoio che contiene acqua contaminata nella centrale giapponese di Fukushima è 18 volte più alto rispetto al 22 agosto, ovvero 1.800 millisievert all’ora. Tale quantità sarebbe sufficiente a uccidere un essere umano in meno di quattro ore. Il 22 agosto il livello era di 100 millisievert all’ora; circa il doppio dei 50 millisivert previsti dalla legge giapponese . Il mese scorso, l’operatore Tepco aveva annunciato che il serbatoio aveva una perdita, e l’agenzia per la sicurezza nucleare nipponica aveva successivamente elevato la gravità dell’incidente dal livello 1 (anomalia) al livello 3 (incidente grave)Un dramma colossale che potrebbe avere ripercussioni anche negli Stati Uniti dato che tra un anno l’acqua radioattiva potrebbe raggiungere le coste della California, anche se non dovrebbero rappresentare un pericolo per gli esseri umani. Lo hanno stabilito alcuni ricercatori australiani che hanno pubblicato il loro studio nella rivista Deep Sea Research Part I: Oceanographic Research Papers. Lo studio, che fornisce un modello della diffusione dell’acqua radioattiva nel Pacifico per un periodo di dieci anni, unita anche alla sua distribuzione verticale nella colonna d’acqua, arriva a pochi giorni dalla nuova fuoriuscita di acqua contaminata dalla centrale di Fukushima.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top